Floridia, Movimento 5 stelle si affida a Francesco Conti «Prima esperienza in politica, ma non temo nessuno»

Il 36enne Francesco Conti è il candidato più giovane alla carica di sindaco di Floridia. Sposato e padre di due gemelli di sei anni, Conti si affaccia alla politica circa quattro anni fa, militando come attivista del M5s e si presenta senza nessuna precedente esperienza politica alle spalle. Dopo aver prestato servizio sulle navi della Marina Militare per 12 anni, adesso lavora presso l’Unità sistemi informatici dell’Arsenale militare marittimo di Augusta.

Perché ha scelto di candidarsi a sindaco?
«Mi sono trovato spesso impantanato nella lentezza della burocrazia e nei problemi che il nostro territorio deve affrontare nella normale quotidianità. Ero stanco di lamentarmi, quindi ho pensato fosse il caso di rimboccarsi le maniche. Mi sono proposto in assemblea attivisti, sono stato scelto e, con umiltà, ho accettato questo incarico».

Quali sono i punti centrali del suo programma? A che cosa la città non può più rinunciare?
«Il nostro programma è composto da soli dieci punti basati sulla linea del M5s nazionale: quindi al primo posto c’è la scommessa di coinvolgere il cittadino in una democrazia partecipata e diretta, affinché si occupi del bene comune. Poi ci impegneremo per le politiche sociali, per fare in modo che nessuno rimanga indietro. Ma soprattutto abbiamo a cuore la questione dei rifiuti, visto che il Comune di Floridia ancora è solo al sei per cento di differenziata. E, un po’ più a lungo termine, puntiamo anche alla riorganizzazione della macchina amministrativa».

Qual è la figura politica o tecnica (nazionale o internazionale) a cui si ispira?
«Io mi ispiro a Sandro Pertini e a Piero Calamandrei e poi, ovviamente, a Beppe Grillo. Tutta gente che ha creduto e crede nella democrazia, intesa come partecipazione del cittadino, che purtroppo rischia di cessare di esistere perché la politica sempre più sta perdendo di credibilità».

In caso di ballottaggio, con chi si alleerebbe eventualmente nel secondo turno?
«Il M5s non fa alleanze con nessuno e non crede nemmeno nelle liste che vengono collegate e, infatti, ci presentiamo con una lista sola. Per cui non faremo alleanze con nessuno neanche in caso di ballottaggio, ma chiederemo a tutti i nostri candidati la partecipazione attiva alla vita politica locale anche dopo le elezioni a prescindere da come andranno».

Qual è l’avversario che teme di più?
«Io non temo nessuno».

Un pregio e un difetto della precedente amministrazione.
«Il difetto è stato quello di creare disgregazione in consiglio comunale, che si è rispecchiata sul territorio con la disgregazione sociale che ha portato il degrado alle stelle e, infatti, purtroppo Floridia è spesso saltata alle cronache per spaccio, rapine, incendi ad automobili, senza dimenticarci dell’omicidio che c’è stato lo scorso anno fino ad arrivare, qualche giorno fa, all’arresto di un responsabile di servizio. Il pregio è che sono state fatte delle cose, ma non saprei bene dire quali. Sono più bravo a trovare i difetti».

La accusano di aver sbaragliato la concorrenza interna al M5s locale per la candidatura a primo cittadino. Come risponde?
«All’interno del M5s di Floridia non c’è stato alcun tipo di concorrenza perché la mia candidatura è nata da una votazione palese ed è stata ponderata in un anno. Non ho fatto nessuna scalata, perché noi non siamo mestieranti della politica».

Le difficoltà del movimento 5 stelle a livello nazionale crede possano influenzare il voto a livello locale?
«Credo di no perché quello che riusciamo a propagandare è che il M5s non ha la bacchetta magica e non promette di risolvere tutti i problemi lasciati dalla classe dirigente che da oltre 20 anni usurpa il bene comune. È per questo che chiediamo l’aiuto di tutti i cittadini che amano Floridia».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Con alle spalle una lunga esperienza nelle navi della marina militare e attualmente al lavoro nell'Unità sistemi informatici dell'Arsenale militare marittimo di Augusta, il 36enne punta a portare nel centro del Siracusano i punti principali del programma di Beppe Grillo. Che dichiara di ammirare al pare di Pertini e Calamandrei

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]