Eccellenza, il Licata vince la Coppa regionale Gialloblu alla fase nazionale con vista serie D

È il Licata di mister Giovanni Campanella ad aggiudicarsi l’edizione 2017/18 della Coppa Italia di Eccellenza, competizione su base regionale che garantisce l’accesso alla fase nazionale e consentirà alla vincitrice di conquistare la promozione diretta in serie D. I gialloblu hanno battuto ai supplementari, nella finale disputata allo stadio Proto di Troina, il Sant’Agata con il punteggio di 2-1.

Messinesi subito vicini al gol con Segreto che manda fuori da un soffio. La gara è piacevole, ma gli agrigentini collezionano la prima occasione al 22’ con Zingales, che impegna Inferrera costringendolo all’uscita bassa. Tre minuti dopo, Licata in vantaggio con Cannavò, che di testa mette in rete un cross di Tumbarello. Poco più di dieci minuti dopo, ecco il pareggio biancazzurro: Zingales batte una punizione, il pallone viene deviato e finisce in rete. Prima dell’intervallo, Sant’Agata vicino al bis con Lupo, ma si va al riposo sull’1-1. In avvio di ripresa, rete annullata al Licata per un fuorigioco di Taormina. Cannavò impegna ancora Inferrera, dall’altra parte è Isgrò a provarci e l’attaccante realizza all’82’, ma anche qui l’arbitro non convalida per fuorigioco. Al 90’, santagatesi nuovamente vicini al gol con Privitera che supera il portiere Iacono, ma Trevizan salva quasi sulla linea e si va così ai supplementari. Il gol che decide il match arriva al 97’ con Taormina che sfrutta un lancio di Tumbarello e non si fa ipnotizzare da Inferrera, mettendo in rete. I biancazzurri provano a reagire con Privitera, Matera e Zingales, ma al triplice fischio è il Licata a fare festa.

«È stata una bella partita – spiega a MeridioNews il tecnico Giovanni Campanella – abbiamo sofferto un po’ anche perché affrontavamo una squadra ben messa in campo. La vittoria ci premia, abbiamo avuto diversi infortunati durante la gara e ho dovuto fare dei cambi adattando giocatori in ruoli che non erano i loro». Nonostante la gara si sia disputata a Troina, il pubblico è accorso numeroso ed erano presenti anche circa 400 tifosi licatesi: «Devo ringraziarli perché hanno tifato dal primo all’ultimo minuto e c’era la tribuna piena. La Coppa è dedicata a loro, anche perché non è facile seguire la propria squadra lontani da casa». 

Adesso il Licata dovrà affrontare la fase nazionale, dove al primo turno incontrerà i calabresi del Locri «Vogliamo andare avanti sia in Coppa sia in campionato. Domenica abbiamo una gara difficile col Canicattì, ma il nostro obiettivo è restare in testa alla classifica. Per quanto riguarda la Coppa – conclude mister Campanella –, andremo in Calabria per giocarcela».

Sant’Agata (4-3-3): Inferrera; Scaffidi, Tricamo, Bontempo, Zingales; Segreto (112′ Pino), Privitera, Lupo (102′ Calafiore); Mincica, Matera, Isgrò. A disp.: Scurria, Franchina, Andriolo, Manuli, Fogliani. All. Bellinvia.

Licata (4-2-3-1): Iacono; Grasso (60′ Rapisarda), Trevizan, Librizzi (43′ Tomarchio), Cappello (84′ Cosentino); Favero, Pira; Tumbarello, Civilleri, Taormina; Cannavò. A disp.: Lo Verde, Sylla, Almerares, Dama. All. Campanella.

Arbitro: Toro di Catania (Russo-Vitaggio).

Marcatori: 25′ Cannavò, 36′ Zingales, 97′ Taormina.

Note: Spettatori: circa 800. Ammoniti Privitera, Zingales, Cappello, Scaffidi, Mincica, Favero, Civilleri, Taormina, Iacono. Espulso al 119′ Civilleri per doppia ammonizione. 


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]