Drink Pink in Sicily, i vini rosati raccontati

Trasformare un interesse in un progetto imprenditoriale, un percorso complicato, ricco di ostacoli ma che alla lunga dà le sue soddisfazioni. Ecco perché ho deciso di investire passione ed energia in questo percorso dalle sfumature rosa, anzi, rosé, dando vita a questa rassegna annuale che sintetizza l’amore che provo per questa tipologia di vino. Drink Pink in Sicily è un grande banco di assaggi dove i produttori sono sempre gli ospiti d’onore e i vini rosati sono i protagonisti assoluti.

La storia di quest’innamoramento nasce tra un viaggio e un altro. Anche grazie alla complicità tra tante donne del vino, amicizie e collaborazioni speciali, dove il cosiddetto fattore D non ha alcun legame col colore del vino, come molti pensano, ma si combina con la forza dell’empatia e di nuove consapevolezze, che hanno tutta l’energia e l’interesse per unire territori, culture e filosofie diverse. Il vino rosé, inoltre, è un passepartout perfetto per ogni genere di aperitivo e trova sempre un compromesso per abbinarsi ad ogni genere di cibo. 

A condividere il mio pensiero sono molti produttori, che credono nella qualità e bevibilità di questa tipologia di vini, anche in termini di piacevolezza, fungendo così da apri pista per tantissimi altri e dando vita a una sorta di trend. La soglia dell’attenzione è sempre più alta sia degli addetti ai lavori che di giornalisti enogastronomici, che sempre più spesso e esaltano le caratteristiche. 

Drink Pink in Sicily è un’associazione no profit che nasce per condividere, insieme con le cantine produttrici, wine lovers e consumatori, un percorso di valorizzazione del vino rosato siciliano spesso poco comunicato al grande pubblico. La terza edizione si svolgerà venerdì 30 luglio sulle pendici dell’Etna, nella incantevole terrazza panoramica della cantina Barone di Villagrande a Milo. «Siamo da sempre impegnati a promuovere l’Etna attraverso i nostri vini – racconta Marco Nicolosi, enologo e proprietario dell’azienda – Un territorio è frutto delle realtà che giorno dopo giorno lo caratterizzano e conoscere la Sicilia significa ascoltare i racconti che ogni singola azienda vuole trasmettere. Drink Pink in Sicily è questo lasciar raccontare ai vini una parte di questa terra».

L’evento, rivolto non solo agli appassionati, ma anche a chi intende avvicinarsi al mondo del vino e in particolar modo ai rosati, anche quest’anno sarà ricco di novità e appuntamenti imperdibili. Per approfondire la conoscenza del vino rosé, la sua storia, il metodo di lavorazione, il terroir, la filosofia dei produttori e le caratteristiche organolettiche si terranno due masterclass.

Prima masterclass – La vie en rose tra Sicilia e Provenza
(ore 18.30, guidata dal presidente nazionale Onav Vito Intini)

In degustazione:
Chateau Henri Bonnaud Palette Rosé
Chateaud’AqueriaTavelRosé
Bandol Rosé “l’Irreductible” Domaine de La Begude
Etna Rosato Doc Barone di Villagrande
Grecu di LivantiSicilia Doc Feudo Disisa
RosaChiaraSicilia Doc Poggio di Bortolone

Seconda masterclassI cugini del Sud. Gaglioppo e Nerello Mascalese
(ore 20)

Verticale di quattro annate a confronto di Cirò Rosato doc di Tenuta del Conte e Primae Rosae Rosato Etna doc di Vigneti Primaterra. Degustazione guidata dal presidente regionale Ais Camillo Privitera con la partecipazione della produttrice di Tenuta del Conte Mariangela Parilla.

I vini, come nelle precedenti edizioni, saranno suddivisi per areale o area geografica in modo da poter creare un percorso chiaro e intuitivo, che dia visibilità a tutte le aziende partecipanti. Ai banchi di assaggio saranno presenti sommelier professionisti che guideranno e illustreranno le caratteristiche organolettiche e sensoriali dei vini in degustazione.

Non mancherà l’area food appositamente allestita con le proposte gastronomiche di diversi produttori del nostro territorio accuratamente scelti e le ricette di Vittorio Caruso (chef di Barone di Villagrande).

Biglietteria: https://www.villagrande.it/drinkpink/evento/
Info: 3427633251 – 3335866229


Dalla stessa categoria

Lascia un commento