Covid-19, i consigli della psicoterapeuta #2 Utile decalogo per le coppie in quarantena

La pandemia riguarda anche, e soprattutto, le relazioni che vengono inevitabilmente impregnate e trasformate. La situazione che stiamo vivendo, così complessa e inedita, può farci riflettere sul nostro modo di
vivere la coppia, sul nostro modo di stare insieme e sul nostro stile comunicativo. Potremmo cercare di trarre insegnamento dalle difficoltà per attuare cambiamenti, ove necessario, e capire come aggiustare il tiro.

Ciascuno ha un proprio modo di essere e, pertanto, anche di percepire la quarantena da Coronavirus. Per uno dei due partner potrebbe rappresentare
la fine del mondo mentre per l’altro una buona occasione per staccare dai propri ritmi frenetici, rispolverare i propri hobby e riflettere su di .

In questo periodo più che mai è importante rispettare, oltre a quelli altrui, i propri spazi ed interessi trovando il tempo e il luogo, seppur sotto lo stesso tetto, per prendersi un po’
di spazio per se stessi.

Elencherò qualche piccola
regoletta, dei suggerimenti che, se rispettati, potranno aiutare a vivere meglio all’interno della propria casa. Questo vademecum può rappresentare uno spunto per tramutare in positivo una situazione che in alcuni casi potrebbe anche essere vissuta da molti ad alta tensione.

1. Cercare di creare un po’ di complicità.
È importate alimentare il
fuoco della passione, creando un buon clima di coppia, ove possibile, e cercando di rendere il terreno fertile per un po’ di vicinanza, anche giocando col proprio partner e rendendo l’atmosfera piacevole; non come in un ring da combattimento ma come in una danza sinuosa. Voi coniugi, quando i figli vanno a dormire potete pensare anche ad essere coppia, non solo genitoriale.

2. Non imporre ma proporre
In questa condizione di restrizione e di permanenza
forzata in casa, a dir poco prolungata e insolita, è importante rispettare le diversità altrui ascoltandosi e venendosi incontro collaborando l’uno con l’altro, cercando di suddividersi i compiti e le incombenze da svolgere.

3. Lontani ma vicini
Si può condividere la coppia anche svolgendo, talvolta, attività differenti all’interno della stessa casa. Avere i propri spazi è importante tanto quanto averne altri condivisi. Pensare a sé è utile, proficuo e funzionale anche per la diade.

4. Spesso gli opposti si attraggono
Essendo diversi spesso si hanno non solo opinioni ma anche modi di fare differenti; non bisogna cadere nell’errore di pensare di avere sempre ragione. Sei certo che sia l’altro troppo pigro? Magari sei tu troppo accelerato e impegnato su troppi fronti? O al contrario, pensi che il partner faccia troppe cose? Potresti anche provare a fare come lui e renderti conto che facendo di più scarichi la tensione.

5. Imparare a dire all’altro come vi sentite
Dire all’altro cosa si prova (non solo le emozioni ma anche le
sensazioni viscerali) e cosa si pensa farà sì che si diventi più capaci di rispettare il punto di vista dell’altro. Esternare i propri vissuti è importante ma va fatto con cautela e gentilezza; può essere utile all’altro per stimolarlo e indurlo a mettersi nei vostri panni e riuscire così a empatizzare di più con voi.

6. Pulire, anche all’interno della propria relazione
Questa stasi forzata può rappresentare un’ottima occasione per chiedere al partner se cova astio nei tuoi confronti per qualcosa che non ha mai avuto il coraggio o trovato il momento giusto per dirlo. Quest’apertura servirà a rendere più fluida la comunicazione e più sincero il rapporto.

7. Scegliere alcune cose da fare insieme
Anche se non fossero tante, alcune attività piacevoli da svolgere in compagnia l’uno dell’altro possono aumentare la complicità
riscaldando il clima in modo proficuo.

8. Iniziare a dire di no, seppur dolcemente
È importante considerare le esigenze del tuo compagno ma metterle sempre al primo posto non va bene. Se solo uno dei due
cede sempre, e troppo, sacrificandosi in modo unidirezionale rischia di montare su un bel po’ di rabbia nei confronti del partner soprattutto se non lo vede agire allo stesso modo.

9. Pensare ogni giorno a due qualità del proprio partner
Soffermarsi sui pregi e sulle peculiarità piuttosto che sui difetti, sulle mancanze e su quello che non va. Le virtù dell’altro possono essere un’importante e piacevole base da cui ripartire.

10. Cercare di spegnere tutti gli altri incendi
Attendete che la tensione e la rabbia scendano, chiarendosi quando le acque si saranno calmate, e riflettete insieme su cosa renda unica e speciale la propria coppia.

Però una cosa importante l’ho imparata.”
– “Cosa?”
– “Saper disinnescare.”
– “Cioè?”
– “Non trasformare ogni discussione in una lotta di supremazia. Non credo che sia debole chi è disposto a cedere, anzi, è pure saggio. Le uniche coppie che vedo durare sono quelle dove uno dei due, non importa chi, riesce a fare un passo indietro. E invece sta un passo avanti.

(tratto dal film Perfetti sconosciuti)

Innaffiate la vostra coppia giorno per giorno e prendetevene cura.

Dott.ssa Antonietta Germanotta
Psicologa e psicoterapeuta familiare – Psicotraumatologa EMDR
Sito web
Pagina Facebook


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]