Covid-19, i consigli della psicoterapeuta #1 Nove strumenti pratici più un utile antidoto

In poco tempo si è tramutato il vocabolo con cui definiamo il nemico invisibile: l’11 marzo 2020, infatti, il direttore generale dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità),
Tedros Adhanom Ghebreyesus in conferenza stampa a Ginevra, dichiara che Covid-19 (la sigla è la sintesi dei termini CO-rona VI-rus D-isease e dell’anno d’identificazione 2019) può essere inquadrato come pandemia. La parola deriva dal greco: παν (tutto) e δήμος (popolo), “tutto il popolo”, e caratterizza un tipo peculiare di epidemia la cui distribuzione è talmente vasta da coinvolgere varie aree geografiche, con un alto numero di casi gravi e una mortalità elevata.

Paura, ansia e angoscia
I vissuti che prevalgono nei cittadini sono, pertanto, di paura, ansia e angoscia. La paura è un’emozione primaria fondamentale per la nostra difesa e sopravvivenza; se non la provassimo non riusciremmo a proteggerci dai rischi. Una misurata dose di essa è necessaria; ha una valenza adattiva. Rispettare le esigue ma obbligatorie indicazioni delle autorità richiede un minimo di attivazione; il confine che intercorre tra un’allerta funzionale (stress positivo o eustress) ed un eccesso di attivazione, con comportamenti poco lucidi e controproducenti (stress negativo o distress), è molto sottile. Il meccanismo dell’ansia per tutti noi è fisiologico, proficuo per attivare il nostro organismo davanti a un allarme: fino a un certo livello è adattivo poiché ci rende più vigili; superato lo stesso, invece, rende l’organismo inadatto a reagire in modo appropriato e favorevole. Nella situazione pandemica che stiamo vivendo, le persone sono intimorite e si sentono inerti ed inermi perché al cospetto del temuto virus silente non vi sono attualmente soluzioni, sebbene scienza e tecnologia siano così avanzate. L’angoscia, infine, ritrae una sorta di paura senza nome, dalle cause e origini non immediatamente individuabili. Per tale ragione essa è non solo minacciosa ma sovente anche catastrofica per chi la vive; essendo subita, dà impotenza e deprime. Dinanzi al Covid-19 ci si sente minuscoli e prigionieri ed è per tale ragione che aleggia ed imperversa l’angoscia.

Qualche consiglio pratico
Alcuni spunti utili da utilizzare per riflettere insieme in modo positivo e proattivo, sono i seguenti:

  • soffermarsi sulla voglia di reiniziare e riprendere per ripartire e ricostruire;
  • assaporare la piacevolezza della riscoperta dei propri affetti e delle dinamiche familiari;
  • pensare alla ritrovata piacevolezza di stare insieme seppur, talvolta, fisicamente lontani;
  • autorizzarsi ad essere vulnerabili riflettendo, in moto costruttivo, sulle proprie fragilità;
  • riflettere su di sé in una prospettiva di crescita individuale;
  • il mutamento di angolazione della propria vita, delle proprie idee e del modo di considerare i propri pensieri, accogliendo modalità differenti che delineino nuovi punti di forza e di debolezza;
  • avere maggiore disponibilità di tempo per se stessi, per dedicarsi ai propri hobby e per interessarsi ad attività nuove;
  • non riuscendo a controllare fuori, l’esterno, possiamo provare a controllare dentro di noi, l’interno, le nostre emozioni e reazioni;
  • fare gruppo con amici sostenendoli, se necessario, con la propria presenza emotiva.

Antidoto
Considero utile e strategicamente vincente diffondere un antidoto, un antivirus: pensare che rimanendo uniti, seppur distanti, possiamo farci forza! 

Dott.ssa Antonietta Germanotta
Psicologa e psicoterapeuta familiare – Psicotraumatologa EMDR

Sito web
Pagina Facebook

Leggi le puntate precedenti della rubrica:
– Covid-19, un «trauma collettivo» da affrontare insieme
 Il servizio telefonico gratuito di aiuto psicologico Ascolto al sicuro


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]