Comunali 2021 a Caltagirone, tutti i risultati Sconfitta centrodestra. Roccuzzo è sindaco

Affluenza 58,42 per cento

Sezioni scrutinate: 20 su 41

Fabio Roccuzzo

4251 VOTI – 54,97%

Movimento 5 stelle, Pd, Bene Comune, Cittadini volenterosi, Cives, Futura


Sergio Gruttadauria

3086 VOTI – 39,90 %

Fratelli d’Italia, Caltagirone in Centro, Caltagirone Domani, Quadrifoglio, Diventerà Bellissima, Forza Italia, Dc, Moderati


Roberto Gravina

206 VOTI – 2,66 %

Caltagirone Sempre X Sempre


 Giuseppa Aliotta

191 VOTI – 2,47 %

Zia Peppina



Sfida tra quattro candidati per la fascia di primo cittadino a Caltagirone, dove il sindaco uscente Gino Ioppolo ha deciso di non ricandidarsi. Al suo posto il centrodestra si era schierato compatto con l’ex vicesindaco Sergio Gruttadauria, appoggiato dalla lista Il Quadrifoglio ma anche da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Diventerà Bellissima e Democrazia Cristiana. Il faccia a faccia elettorale lo vince però Fabio Roccuzzo, appoggiato da Movimento 5 stelle, Partito democratico e movimento Cento passi per la Sicilia. Gli altri candidati erano Roberto Gravina e Giuseppa Aliotta alias Zia Peppina. La vittoria di Roccuzzo è stata salutata con favore da tutti gli esponenti del centrosinistra siciliano. «Prima tappa verso Palermo», commenta a MeridioNews, riferendosi alle regionali 2022, il deputato Ars Francesco Cappello.


Dalla stessa categoria

I più letti

Giustizia per Emanuele Scieri

Sono stati condannati i due ex caporali Alessandro Panella e Luigi Zabara. Finisce così il processo di primo grado con rito ordinario per l’omicidio volontario aggravato del parà siracusano Emanuele Scieri, avvenuto all’interno della caserma Gamerra di Pisa nell’agosto del 1999. Per loro il procuratore Alessandro Crini aveva chiesto rispettivamente una condanna a 24 anni e 21 anni, […]

Catania archeologica, l`occasione mancata

In una nota protocollata al Comune etneo a metà gennaio l'associazione di piazza Federico di Svevia chiede di gestire il bene del XII secolo, abbandonato, per garantirne «a titolo gratuito e senza scopo di lucro, la fruibilità». Adesso interrotta dal cambio del lucchetto del cancello da cui vi si accede e dalle divergenze con uno degli abitanti, che risponde: «C'era il rischio per la pubblica incolumità»

I processi a Raffaele Lombardo