Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Milazzo, blitz antidroga: nove persone arrestate
Ipotesi di attentato contro caserma della finanza

I militari delle Fiamme gialle e la polizia hanno ricostruito la filiera che portava cocaina e crack nella città mamertina. Per le forniture esisteva un canale anche con Roma. In quattro sono finiti in carcere

Redazione

Operazione antidroga a Milazzo. La guardia di finanza e la polizia hanno eseguito nove arresti, di cui quattro in carcere, nell'ambito di un'indagine che coinvolge undici persone. Gli investigatori, coordinati dalla Dda di Messina, hanno fatto luce su un traffico di stupefacenti, soprattutto cocaina e crack, dall'approvvigionamento alla vendita al dettaglio.

Per evitare di essere scoperti, al droga veniva venduta porta a porta. Prima con la raccolta del denaro per acquistarla e poi con le consegne. A capo dell'associazione ci sarebbe un tunisino di 37 anni, residente a Torregrotta. L'uomo sarebbe stato coadiuvato da una serie di pusher italiani: N.S. cl. 86 (carcere), M.G. cl. 93 (carcere), L.C.L. cl. 99 (carcere), L.C.G. cl. 01 (domiciliari), N.S. cl. 91 (domiciliari), G.R. cl. 74 e S.S. cl. 96 (entrambi destinatari di obbligo di dimora).

Nell'indagine sono finiti anche due fornitori: il 33enne M.A. e il 31enne A.S. entrambe finiti ai domiciliari. Parte della droga arrivava anche da Roma: il canale era gestito da un 37enne di Bracciano, che inviava gli stupefacenti tramite una ditta di spedizioni. Il gruppo criminale avrebbe anche pensato a un attentato alla caserma della guardia di finanza di Milazzo, facendo saltare in aria i mezzi con la benzina.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×