Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Criticità e proposte per la riserva naturale di Pantalica
«Regione assente all'audizione in commissione Ambiente»

«Non si capisce che fine abbia fatto il bando per dare in gestione il sito», lamentano i deputati del M5s. Il presidente del sistema rete museale Iblei Paolo Uccello concentra l'attenzione anche sugli incendi: «Serve l'esercito», dice a MeridioNews

Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Avrebbe dovuto essere un'occasione per esporre in commissione Ambiente all'Ars le criticità della gestione della riserva naturale orientata Pantalica-Valle dell’Anapo e, invece, gli attori principali del sito archeologico-naturalistico del Siracusano si sono trovati di fronte solo il dirigente del dipartimento regionale Azienda foreste demaniali di Siracusa Giancarlo Perrotta. «La Regione Siciliana - lamentano i deputati regionali del M5s Stefano Zito e Stefania Campo - è completamente disinteressata ai siti naturalistici siciliani». Assenti, infatti, erano sia l'assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro che l'assessore all'Agricoltura Antonino Scilla

«Oltre a disertare l'audizione - continuano i deputati pentastellati - il governo regionale pare abbia pure smarrito il bando per la gestione della riserva naturale orientata. Un fatto gravissimo che lascia l'area abbandonata». Il fulcro dell'incontro, infatti, era proprio il bando di cui una bozza è già stata presentata nel 2019. «In pratica, quasi un nulla di fatto perché abbiamo solo ribadito cose che diciamo da tempo - commenta a MeridioNews il sindaco di Ferla Michelangelo Giansiracusa che era presente, insieme ai primi cittadini di Sortino, Vincenzo Parlato e di Cassaro, Mirella Garro, e al presidente del sistema rete museale Iblei Paolo Uccello

«Era nostra intenzione chiedere agli assessorati di fare velocemente un bando - spiega a MeridioNews Uccello, che è anche una guida naturalistica - per mettere a sistema l'infrastrutturazione del sito. Del resto - aggiunge - sono trascorsi anni da quando i Gal dei diversi Comuni interessati hanno destinato i fondi alla ristrutturazione dei caselli, ai piccoli musei e anche all'acquisto dei pulmini». Risorse che, senza una organizzazione precisa, rischiano di andare sprecate. Intanto, i deputati Campo e Zito fanno emergere alcune delle loro perplessità: «Non si comprende se la Regione intende gestire la riserva direttamente e in che modo o se vuole fare un bando per darla in gestione. Non si capisce - aggiungono - che fine abbia fatto il vecchio bando ma soprattutto se vogliano farne uno nuovo». 

In ogni caso, una soluzione per la gestione e la fruizione del sito va trovata e anche presto «perché ci sono delle criticità che vanno risolte in fretta», fa notare Uccello. Dai cinghiali, che sono diventati un problema nella parte alta dell'Anapo, ai grandi pullman che continuano a trasportare i turisti lungo contrada Palombazza (la zona più alta di Pantalica) con il rischio di incrociarsi tra loro nella strada stretta. «Diventa davvero pericoloso - sottolinea il presidente della rete museale Iblei - Per questo abbiamo proposto che a fare la spola dal parcheggio-ristoro siano dei pulmini più piccoli». 

Altra grande criticità è poi quella degli incendi. Proprio la sera prima dell'incontro, le fiamme hanno distrutto diversi ettari di macchia mediterranea all'interno dell'area della riserva naturale di Cavagrande del Cassibile, nella zona che viene chiamata Montagna del marchese. «Abbiamo chiesto maggiori controlli in tutta la zona anche con l'intervento dell'esercito - afferma Uccello - Il rischio altrimenti è che, alla prima giornata di scirocco pesante, la Sicilia diventi un cerino e che succeda una catastrofe». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×