Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Leonforte, litigano per il mancato rispetto della fila
Un 29enne è tornato con un coltello da macellaio

Una lite verbale sfociata in una aggressione fisica. Giunti sul posto, i carabinieri hanno notato un uomo con il volto tumefatto. Tra la folla si è poi fatto largo l'altro protagonista della vicenda che ha tirato fuori dal giubbotto l'arma con la lama affilatissima

Redazione

Una lite tra due uomini davanti a un bar del centralissimo corso Umberto a Leonforte è avvenuta nel pomeriggio del 15 gennaio. I poliziotti, intervenuti dopo una segnalazione, hanno arrestato il giovane leonfortese, B.D., classe 1992, con numerosi precedenti penali, per lesioni volontarie, minacce aggravate dall’uso di un coltello e resistenza a pubblico ufficiale.

Giunti sul posto, gli agenti delle volanti hanno trovato un uomo con il volto tumefatto che ha raccontato di avere avuto, poco prima, una lite verbale sfociata in una aggressione fisica con un soggetto di cui non conosceva l’identità. Stando a quanto ricostruito, la lite sarebbe scaturita da un banale diverbio dovuto al mancato rispetto dell’ordine di accesso all’interno di un’attività commerciale.

Mentre i poliziotti aspettavano l'arrivo dei sanitari e tenevano a bada una folla che si era raggruppata in piazza, si è fatto largo l'altro responsabile delle lite. B.D. noncurante della presenza degli agenti di polizia, improvvisamente avrebbe tirato fuori dal giubbotto un grosso coltello da macellaio - con una lama di 17 centimetri particolarmente affilata - e, brandendolo con foga, avrebbe cercato di colpire il rivale. Gli agenti sono riusciti a disarmarlo e ammanettarlo.

Le indagini svolte hanno permesso di appurare che B.D., subito dopo la lite, sarebbe andato a casa a prendere il grosso coltello e sarebbe poi ritornato sul luogo della lite con la chiara intenzione di colpire il rivale. Dopo le formalità di rito B.D. è stato arrestato e, su disposizione del pubblico ministero Orazio Longo, è stato posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’arma bianca è stata sequestrata.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×