Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

A Modica un euro in più agli infermieri anti-Covid
«Saputo dell'aumento, abbiamo pensato a una beffa»

A chi contro il coronavirus si è schierato in prima linea, resta una speranza: «Che l’Asp possa rivedere certe disposizioni. Ci aspettiamo una convocazione per discutere», dice a MeridioNews Duilio Assennato, segretario Cgil funzione pubblica sanità

Redazione

Un euro. In tanto è stato quantificato il premio per il personale sanitario dell'ospedale Maggiore di Modica, individuato quale hub di riferimento con posti letto Covid-19. Un aumento che porta l'indennità prevista per ogni turno da 4,13 a 5,16 euro. «Quando abbiamo saputo di questo aumento, abbiamo pensato fosse una beffa», commenta a MeridioNews Duilio Assennato, segretario provinciale Cgil funzione pubblica sanità.

La decisione sulla cifra è arrivata con un provvedimento a firma dell’azienda sanitaria provinciale di Ragusa. C’è, però, un chiarimento da fare: 5,16 euro è l’indennità che percepisce già il personale del reparto di Malattie infettive e che, adesso, è stato esteso anche agli operatori che lavorano nella Rianimazione

«Vista così la situazione sembra paradossale - aggiunge Assennato - ma, in realtà, la questione è diversa. Quando è iniziato questo periodo di Covid-19, tutti gli operatori sanitari erano in apprensione per quello che poteva accadere e che, per fortuna, almeno nella nostra zona, non è successo». 

Con una nota inviata alla direzione strategica dell'Asp il 3 aprile - poi reiterata e integrata una settimana dopo - gli operatori sanitari hanno proposto una ripartizione più articolata di indennità al personale più esposto a rischio Covid. «Compresi anche gli amministrativi addetti al front office - precisa il sindacalista - e tenendo conto delle preannunciate risorse aggiuntive per il personale sanitario da parte del governo nazionale integrate da eventuali risparmi nei capitoli di spesa aziendali». 

I primi segnali da parte dell’Asp, in merito alle proposte avanzate dagli operatori sanitari, sono sembrati positivi. «Pensavamo fossero un preludio a un confronto migliorativo programmato ad hoc - ricorda Assennato - Cosa che poi, però, non è avvenuta: risorse e beneficiari sono stati anzi ridotti al minimo». 

A chi nella battaglia contro il nuovo coronavirus, fin da subito, è stato schierato in prima linea resta ancora una speranza. «Il nostro auspicio è che l’Asp ci possa ripensare e che a posteriori - afferma Assennato - con un clima più sereno, si possano rivedere certe disposizioni. Ci aspettiamo - conclude - una convocazione per discutere di come incentivare il personale in relazione non solo alle risorse interne ma anche ai finanziamenti nazionali».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×