Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Coronavirus, 140 casi di contagio in più rispetto a ieri
In terapia intensiva 55 pazienti. I guariti ora sono 26

Nuovo bollettino della Regione Siciliana sull'epidemia da Covid-19 nell'isola. Nel complesso sono 630 i casi accertati. La cifra comprende i casi di decesso ma anche quelli che hanno già superato l'infezione

Redazione

Salgono da 490 a 630 i siciliani che dall'inizio dell'epidemia hanno contratto l'infezione Covid-19. I dati sono stati appena divulgati dalla Regione Siciliana e comprendono anche i casi di decessi e guarigione. Rispetto alla giornata di ieri, dunque, nel complesso ci sono 140 contagi in più. 

Il numero dei ricoverati, dopo l'aggiornamento, si attesta a 275 persone. Divisi così per provincia: 37 a Palermo, 106 a Catania, 57 a Messina, uno ad Agrigento, 15 a Caltanissetta, 19 a Enna, sei a Ragusa, 21 a Siracusa e 13 a Trapani. Tra i pazienti sono 55 quelli che hanno necessità delle cure in terapia intensiva. Ieri erano 49. 

Per 321 persone, invece, le autorità sanitarie hanno previsto l'isolamento domiciliare. Nove sono i decessi in Sicilia dall'inizio dell'epidemia, mentre cresce il numero dei guariti. Ad avere superato l'infezione adesso sono in 26: undici a Palermo, sei a Catania, quattro a Messina, due ad Agrigento ed Enna, e infine uno a Ragusa.

La mappa dei contagi vede nel Catanese la provincia più colpita con un totale di 225 casi. Proprio dal capoluogo etneo arriva l'ultimo decesso: un 84enne morto all'ospedale Nesima Garibaldi. La seconda provincia più colpita è quella di Messina, dove fa ancora discutere il caso del gruppo di turisti tornati da una vacanza a Madonna di Campiglio in piena epidemia. Segue quella di Palermo con 81 contagi. Poi Siracusa (48), Agrigento (39), Trapani (32), Enna (29), dove oggi è morta una 84enne, Caltanissetta (26) e Ragusa (8).

«Inizia la settimana della crescita del contagio - commenta l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza parlando in diretta Facebook -. Il presidente della Regione Nello Musumeci era stato profetico perché in ogni caso riscontriamo un collegamento con i rientri dalle zone focolaio». 

Razza critica chi in questi giorni si è chiesto se le difformità tra le ordinanze emanate dalla Regione e i decreti del governo nazionale potessero avere conseguenze sull'efficacia delle prime. «Ritengo ridicole le polemiche di alcuni sui poteri della Regione nel fare determinate ordinanze - attacca l'assessore -. Questa mattina ho firmato il decreto che allarga anche alla rete dei laboratori privati la possibilità di un maggiore numero di tamponi per tutti i soggetti rientrati in Sicilia e per il personale sanitario. Questo farà emergere ancora di più i casi positivi ma è fondamentale ogni singola provincia riesca a gestire il fabbisogno di posti letto in terapia intensiva e Covid». L'assessore, infine, anticipa che «a metà settimana consegnaremo la relazione con tutto il piano regionale sanitario per fronteggiare l'emergenza».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews