Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il Coni decide di fermare lo sport fino al 3 aprile
Adesso l'attesa è per nuovo decreto del Governo

Niente calcio e sport di squadra a ogni livello. Questa la decisione di oggi pomeriggio durante una riunione del comitato olimpico. Unica eccezione gli appuntamenti internazionali perché fuori giurisdizione

Redazione

Foto di: Coni

Foto di: Coni

Lo sport in Italia si fermerà fino al 3 aprile 2020. Lo ha deciso il Comitato olimpico nazionale italiano questo pomeriggio durante una riunione nella sede del Foro italico indetta dal presidente Giovanni Malagò. Prima che la disposizione diventi effettiva ci sarà bisogno di un decreto apposito della presidenza del consiglio. L'alt arriva per tutti gli sport di squadra ad ogni livello. 

Niente partite a porte chiuse quindi, com'è avvenuto durante l'ultima giornata del campionato di calcio. Unica eccezione, anticipando di fatto la decisione di oggi, era stata quella della Lega nazionale dilettanti. Con un comunicato del 5 marzo era infatti stato disposto il rinvio delle partite in programma ieri

Durante la riunione odierna è stato precisato che verrà «richiesto al Governo di inserire anche il comparto sport, sia professionistico sia dilettantistico, nell'annunciato piano di sostegno economico che possa compensare i disagi e le emergenze che lo sport italiano ha affrontato finora con responsabilità e senso del dovere». Unica eccezione, perché non rientrano nella giurisdizione del Coni, riguarderà le competizioni di carattere internazionale, sia per club che per le nazionali. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews