Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Migranti, nuova richiesta di processare Salvini
Ipotesi di sequestro di persona per Open Arms

La notizia è stata data dal leader del Carroccio. I fatti finiti sotto la lente del tribunale dei ministri risalgono a metà agosto, quando ancora il senatore era minsitro degli Interni. «Difenderò i confini, non ho paura di niente e di nessuno», replica

Simone Olivelli

Nuova richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini. L'atto del tribunale dei ministri è stato recapitato in Senato, il ramo del parlamento in cui siede il leader della Lega. I fatti al centro delle indagini, di cui in prima battuta si è occupata la procura di Agrigento, risalgono ad agosto dello scorso anno, nella fase in cui Salvini era ancora ministro degli Interni e riguardano il no allo sbarco della nave dell'ong spagnola Open Arms

L'allora capo del Viminale vietò per quasi tre settimane lo sbarco di oltre 160 migranti salvati in mare. Una decisione che, secondo il tribunale die minsitri di Palermo, sarebbe sconfinata nel reato di sequestro di persona e omissione di atti d'ufficio. «Rischio un ulteriore processo per aver difeso i confini italiani? L’ho fatto, lo rifarei e lo rifarò: se devo difendere il mio Paese, non ho paura di niente e di nessuno», è la replica di Salvini. 

Adesso bisognerà capire come si comporteranno i senatori, a partire dai 23 componenti della giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari presieduta da Maurizio Gasparri. La stessa che ha esaminato il caso Gregoretti, votando favorevolmente all'autorizzazione al processo dopo che Salvini ha rilanciato la posta chiedendo ai suoi di votare sì al processo. Una scelta strategica, seguita alla volontà del Movimento 5 stelle di non salvare - come invece accadde per la vicenda Diciotti - l'ex alleato di governo. Palazzo Madama sulla Gregoretti voterà il 12 febbraio.

Intanto in queste ore proprio la Open Arms è tornata al centro dell'attenzione. La nave spagnola, infatti, attende un segnale da Roma per potere sbarcare in Italia. Al momento si trova davanti a Pozzallo, nel Ragusano. A bordo ci sono 363 naufraghi.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews