Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Dopo la parifica, Musumeci scrive al premier Conte
«Aumentare fondi per eliminare il prelievo forzoso»

Il governatore ha inviato una lettera al presidente del Consiglio, chiedendo misure per «evitare che le tensioni sociali, già gravi in Sicilia, possano acuirsi». L'appello arriva all'indomani del pronunciamento della Corte dei Conti sullo stato delle finanze regionali

Redazione

«Per evitare che le tensioni sociali, già gravi in Sicilia, possano acuirsi occorre intervenire con la massima tempestività, per consentire ai Comuni di continuare a svolgere le proprie essenziali funzioni». Il giorno dopo la scure della Corte dei Conti sullo stato delle finanze regionali, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci scrive al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per chiedere il massimo sforzo a sostegno degli enti locali. 

Il governatore sottolinea che è la Regione Siciliana «pur non avendo potestà legislativa in materia di finanza locale, da anni sostiene i Comuni, le Città metropolitane e i Liberi consorzi con ingenti risorse a proprio carico». Un impegno che oggi più che mai si scontra con la parifica del rendiconto pronunciata ieri dalle Sezioni riunite per la Sicilia della Corte dei Conti, in cui è stato chiarito come la Regione debba recuperare un miliardo di euro entro fine anno. Tra le richieste di Musumeci c'è quello di un impegno maggiore nei confronti dei fondi che dovrebbero essere stanziati per rimuovere il prelievo forzoso dalle ex Province: passando da ottanta a cento milioni di euro. A parlare di ottanta milioni annuali è stato, questa mattina, il Movimento 5 stelle. «Riduciamo l'odioso prelievo forzoso che, negli anni, ha concorso ad ingigantire la crisi delle ex Province regionali siciliane. Con la nuova legge di Bilancio si trasferiscono 80 milioni di euro all'anno alla Sicilia come compensazione dell'ingente contributo alla finanza pubblica», si legge in una nota del gruppo pentastellato.

La missiva di Musumeci fa riferimento anche alla «grave situazione scaturita da alcune decisioni del ministero della Salute su risorse finanziarie della Regione» che «determina l'impossibilità di trasferire le somme necessarie ai Comuni per scongiurarne il dissesto». Ed è per questo che il governatore invoca «l'inserimento dell'emendamento, già esaminato dalla commissione Bilancio del Senato e rinviato alla negoziazione bilaterale, relativo al ripianamento decennale del disavanzo accertato nel rendiconto 2018».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews