Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, cambia ancora la geografia politica dell'Aula
Cannata dice addio a Forza Italia e aderisce a Fdi

Separazione polemica in casa forzista: la deputata siracusana saluta e ringrazia i berluscones, ma ammette di «non condividere più il modus operandi» del partito. «Per me politica - aggiunge - significa dare un contributo concreto alla crescita della nostra terra»

Miriam Di Peri

Cambia ancora la geografia politica di Palazzo dei Normanni. Dopo l'addio di Luigi Genovese, che ha fondato il nuovo gruppo parlamentare di Ora Sicilia, questa volta a salutare la formazione forzista dell'Assemblea regionale siciliana è Rossana Cannata, che ha formalizzato questo pomeriggio l'adesione a Fratelli d'Italia. 

Un addio che era nell'aria già dal momento della composizione delle liste per le europee, quando il fratello della deputata, il sindaco di Avola Luca Cannata, ha optato per la candidatura tra le truppe di Giorgia Meloni. A dare ai due fratelli il benvenuto nel partito è il coordinatore regionale, Manlio Messina, nominato la scorsa settimana assessore al Turismo nella giunta Musumeci, in sostituzione di Sandro Pappalardo. 

«Dopo la candidatura alle elezioni europee con Fratelli che mi ha visto contribuire concretamente al nuovo progetto politico lanciato da Giorgia Meloni - dichiara invece il primo cittadino di Avola - adesso si continua al fine di dare nuove speranze e ascolto ai cittadini ed elettori, oltre a quegli amministratori locali che operano sul territorio, per risolvere i problemi quotidiani delle comunità. Un progetto politico ambizioso per riappropriarci della nostra identità: famiglia, sicurezza, ambiente, lavoro, impresa, buonsenso».

«Lascio Forza Italia con rammarico - ammette invece la sorella Rossana - ma, con altrettanta decisa e ferma convinzione, aderisco al gruppo di Fratelli d’Italia per intraprendere un percorso politico di rinnovamento e di visioni strategiche rivolte a una classe dirigente che guarda al merito e al territorio. Non condivido più il modus operandi di Forza Italia: per me politica significa scommettersi e dare un contributo fattivo e concreto alla crescita della nostra terra, nel rispetto delle idee e della volontà dei cittadini ed elettori, che si concretizza nella gestione democratica del partito. Ringrazio Gianfranco Miccichè, per l’esperienza con lui maturata e la lealtà nei rapporti amicali, e i colleghi deputati del gruppo di Forza Italia, di cui ho massima stima e con i quali continuerò a collaborare in Aula per il bene dei siciliani». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.