Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pescatori siciliani raccolgono plastica in mare
«In un anno riempiti e smaltiti mille sacchi»

Un progetto partito dal basso che ha coinvolto 145 imbarcazioni nell'attività di monitoraggio. «Vogliamo proseguire a tutela del nostro mare e del nostro pescato», ha detto il direttore del Gac Flag Isole di Sicilia Pietro La Porta

Redazione

Foto di: Iacopo Giannini

Foto di: Iacopo Giannini

«Dallo scorso anno a oggi, grazie al coinvolgimento di 145 imbarcazioni di pescatori coinvolti nell'attività di monitoraggio abbiamo riempito circa mille sacchi da 115 litri di plastica raccolta negli angoli più nascosti delle isole siciliane che poi sono stati smaltiti nell'ambito dell'azione Marine Litter, grazie a un fondo di 190mila euro finanziato dall'Unione Europea attraverso la Regione Siciliana». 

Lo ha detto oggi il direttore del Gac Flag Isole di Sicilia, Pietro La Porta, nel corso del workshop organizzato nell'ambito della manifestazione Fishtuna nell'ex Stabilimento Florio di Favignana su La pesca sostenibile: un valore ambientale e culturale nelle Aree Marine Protette, al quale hanno partecipato anche Salvatore Livreri Console, direttore dell'Area marina protetta Isole Egadi, Franco Andaloro, direttore della stazione zoologica Anton Dohrn, Francesca Cerami di Idimed, Alessandra De Caro della Soprintendenza del Mare, e Matteo Ernandes della Sea, società che gestisce l'energia elettrica nell'isola. 

«Abbiamo coinvolto in un progetto che parte dal basso - ha aggiunto La Porta - quasi tutte le imbarcazioni delle Isole Egadi, Eolie, Ustica e Pantelleria che fanno pesca artigianale per un monitoraggio ambientale che prevede la raccolta di plastica che poi viene smaltita in accordo con i gestori dello smaltimento in collaborazione con gli enti locali. È stato un grande successo che terminerà la prossima primavera ma che vogliamo proseguire a tutela del nostro mare e del nostro pescato», ha concluso La Porta.

«Non esiste dicotomia tra la gestione delle aree marine protette e la pesca sostenibile - ha sottolineato Salvatore Livreri - che è un valore ambientale e culturale nelle aree marine protette. Oggi la nostra azione punta alla promozione e al sostegno delle attività tradizionali. Il mare non è più percepito come risorsa da cui estrarre ma luogo da gestire, si punta più sulla qualità che sulla quantità». 

(Fonte: Ansa) 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.