Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Europee, in Sicilia M5s (31%) primo partito ma in calo
Lega prende un voto su cinque. Forza Italia e Pd vicini

A livello nazionale il partito di Salvini si attesta nettamente come primo partito e anche nell'Isola moltiplica i voti, al 23%, ma resta dietro al M5s. Pentastellati primi sopra il 30% ma in forte calo. In risalita il Pd, Forza Italia in calo

Salvo Catalano

Le elezioni Europee in Italia hanno un vincitore: la Lega. Il partito di Salvini è al 34 per cento. Segue il Partito democratico al 22,5 per cento. Solo terzo il Movimento 5 stelle poco sopra il 17 per cento. Al quarto posto Forza Italia che si ferma all'8,5 per cento, seguita da Fratelli d'Italia al 6,4 per cento. Non supererebbero la soglia del 4 per cento né +Europa al 3,2 per cento, Europa Verde al 2,4 per cento né La sinistra all'1,7 per cento. 

Uno scenario diverso si registra in Sicilia, dove il Movimento 5 stelle si conferma primo partito ma perdendo molti punti percentuali rispetto alle elezioni Politiche di un anno fa. I Cinque stelle al momento si al 31,21 per cento (nel 2018 avevano ottenuto il 48 per cento nell'Isola). 

La Lega, dal canto suo, si afferma al secondo posto nell'Isola. Una crescita di consensi molto importante rispetto a un anno fa. Oggi infatti il partito di Salvini sfonda il muro del 20 per cento - 20,74 il dato esatto - contro il 5 per cento delle Politiche 2018. In pratica nell'Isola più di un elettore su cinque si riconosce nella Lega. Forza Italia, al momento col 16,97 per cento (in calo rispetto alle Politiche, ma la Sicilia resta la regione dove il partito di Berlusconi centra il risultato migliore d'Italia), e Partito Democratico col 16,65 per cento (in crescita rispetto a un anno fa) si giocano il terzo posto. Buon risultato anche per Fratelli d'Italia: 7,62 per cento nella regione, con un picco in provincia di Siracusa dove supera il 15 per cento, trainata dalla candidatura del sindaco di Avola Luca Cannata). Ampiamente sotto la soglia di sbarramento anche in Sicilia finiscono +Europa (1,89 per cento) e La Sinistra (1,46 per cento) ed Europa Verde (1,17 per cento). Non raggiungono l'1 per cento gli altri partiti in corsa: Popolo della Famiglia - Alternativa popolare (0,56), Partito Animalista (0,5), Partito Comunista (0,46), Popolari per l'Italia (0,25), Casapound (0,23), Partito Pirata (0,15) e Forza Nuova (0,13). Sul voto ha pesato il fortissimo astensionismo: sei siciliani su dieci non sono andati a votare.

In tutte le province i pentastellati sono nettamente il primo partito. Con un'unica eccezione: Messina, dove Forza Italia, trainata dall'asse Cateno De Luca-Dafne Musolino, al momento resta poco più di 300 voti dietro ai cinquestelle.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews