Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Incidente A18, traumi e fratture per le due donne
Cas si autoassolve: «Non abbiamo responsabilità»

Scontro frontale ieri sull'autostrada all'altezza dello svincolo di Giardini, dove una delle due auto ha preso fuoco. Fortunatamente la conducente è riuscita a scappare prima. «Doppio senso di marcia a causa di lavori in una galleria», spiega il consorzio

Simona Arena

Si trovano ancora ricoverate all’ospedale San Vincenzo di Taormina le due donne di 60 e 61 anni, originarie di Aci Castello e San Giovanni La Punta, che nel primo pomeriggio di ieri sono rimaste coinvolte nell’ennesimo incidente lungo l'autostrada A18. All’altezza dello svincolo di Giardini Naxos, la Kia Sportage e la Ford Kuga si sono scontrate frontalmente nel tratto a doppio senso di circolazione sulla corsia in direzione Catania. 

Nell’impatto la Kia Sportage ha preso fuoco, la donna al volante ha avuto la prontezza di riflessi di lasciare l’auto prima che venisse avvolta delle fiamme. Le due donne hanno riportato politraumi con una serie di contusioni. In particolare una ha anche un trauma toracico e una frattura alla gamba. Inevitabili ieri le ripercussioni sul traffico con lunghe code in direzione Catania e rallentamenti anche in direzione Messina. Per rendere più fluida la circolazione è stata anche temporaneamente riaperta l’altra carreggiata interessata da alcuni lavori.

Il nuovo incidente ripropone, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la drammatica situazione delle autostrade siciliane e in particolare della sicurezza lungo la A18. Stamattina è intervenuto il Consorzio autostrade siciliane che gestisce la tratta:  «Dai sopralluoghi degli uffici tecnici, si escludono responsabilità del gestore autostradale in quanto la tratta è costantemente monitorata - scrive il Cas nella nota - Nel frattempo nelle autostrade A20 e A18 continuano, senza sosta, tutti i lavori avviati a cui, settimanalmente, si aggiungono quelli in programmazione». 

A proposito del doppio senso di circolazione nel punto dell'incidente, si precisa che «è stato improntato a seguito della chiusura della galleria Giardini Naxos per la caduta di calcinacci ed altro materiale dalla volta. Non potendo interdire la viabilità di quella tratta per la sua centralità nel territorio, è stato realizzato il doppio senso di circolazione nella carreggiata opposta per il tempo necessario alla effettuazione di tutti i lavori di messa in sicurezza della galleria». Il direttore generale Salvatore Minaldi afferma che «gli interventi di manutenzione da eseguire nella galleria saranno avviati prossimamente per concludersi entro giugno di quest’anno, in 75 giorni dalla consegna lavori alla impresa esecutrice».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.