Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Miccichè contro taglio dei vitalizi sul modello Camera
«Non consento massacro sociale, l'Ars mi sfiduci pure»

Il presidente dell'Assemblea regionale siciliana si dice contrario ad applicare le stesse regole adottate dalla Camera. «Ci sono deputati che finirebbero con 600 euro, sono invece disponibile a studiare un diverso sistema di tagli»

Redazione

«Non sono disponibile a tagliare i vitalizi dei deputati regionali come ha fatto Fico alla Camera». Parola del presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè che torna sul tema dei vitalizi, vista l'imminente scadenza imposta dal governo nazionale per adeguare in maniera retroattiva le pensioni dei deputati al sistema contributivo e tagliare i vitalizi ai parenti, esclusi i coniugi, che continuano a riceverla anche dopo la morte del politico destinatario del vitalizio. Se l'Assemblea regionale non provvederà entro il 30 aprile, scatteranno riduzioni nei trasferimenti dello Stato.

«Sono invece disponibile - ha detto Miccichè - a studiare un diverso sistema di tagli, tenendo conto delle tante persone perbene che hanno dato il meglio di se stessi a questa regione. A loro sarebbero andati, con il metodo Fico, 600 euro. Se l'Ars ritiene di fare così mi sfiduci. Non posso consentire il massacro sociale di persone - ha aggiunto il presidente dell'Ars sempre facendo riferimento agli ex parlamentari che godono del vitalizio - che hanno solo la colpa di avere servito questa terra. Peraltro si farebbe un regalo ai ladri che proprio perche' rubano non hanno bisogno di vitalizi».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×