Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Montante, l'ultimo teorema per spostare il processo
«Un contropotere mafioso induce le decisioni dei pm»

Nell'istanza di rimessione, l'ex presidente di Confindustria disegna una mafia nissena che rialza la testa per farlo fuori e che arriva a condizionare persino la Procura. E poi il lungo elenco di rapporti «intimi e confidenziali» con i magistrati

Salvo Catalano

Foto di: il fatto nisseno

Foto di: il fatto nisseno

«Solo un riemergere della mafia, per effetto di una sua rianimazione, può spiegare quello che sta accadendo». E poco più in là, il concetto viene rafforzato: «Un'operazione politica molto probabilmente di matrice mafiosa, voluta da Cosa Nostra per la straordinaria efficienza che il contrasto alle infiltrazioni e al ricatto mafioso aveva assunto. La magistratura di Caltanissetta a un certo punto ha dovuto abbandonare lo scrivente per tutelare se stessa, impiantando un teorema accusatorio, fonte di sua rigenerazione». In quasi ottanta pagine - tanto è lungo il documento con cui la sua difesa chiede di spostare il processo da Caltanissetta - Antonello Calogero Montante tenta di rovesciare il tavolo. E lo fa seguendo due direttrici precise: da una parte costruisce il teorema dell'ombra lunga della mafia nissena che rialza la testa e dall'altra sviscera un lunghissimo elenco di «rapporti personali», di «intime e confidenziali frequentazioni» con «la maggior parte dei magistrati nisseni». Al punto da determinare «la compromissione del sereno e distaccato accertamento dei fatti». Anzi, di più: «Un pregiudizio pesante e ineliminabile della magistratura nissena nei miei confronti».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×