Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Basket, Agrigento vola in vetta alla classifica
Sconfitte Orlandina e Trapani, bene Ragusa

La Fortitudo si impone contro Cassino e mantiene la testa della classifica in serie A2. I paladini vengono staccati di due lunghezze dopo la sconfitta con Bergamo, mentre i granata perdono a Siena. Nel femminile, le iblee si impongono su Lucca

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Fortitudo Agrigento

Foto di: pagina Facebook Fortitudo Agrigento

Si sono giocate le gare che hanno visto coinvolte le squadre siciliane di basket.

Serie A2
Fortitudo Agrigento-Virtus Cassino 85-75
Continua il momento d’oro della formazione di coach Ciani che batte Cassino e resta in testa alla classifica, a braccetto con la Virtus Roma con 10 punti. Pronti via e Cassino sorprende punti con i punti di Pepper e Bagnoli che valgono il primo strappo, +6 per gli ospiti. I siciliani si ricompattano e i punti di Evangelisti suonano la carica, ma alla prima sirena il punteggio è di 16-24. Nel secondo periodo, la Fortitudo viene fuori, ma la Virtus risponde presente. I punti di Fontana, Zilli e Pepe tengono in corsa i siciliani, prima però che Jackson consenta a Cassino di volare sul 27-40, gap subito ridotto dai padroni di casa, con il punteggio che all’intervallo dice 36-42. Al rientro dagli spogliatoi, Ambrosin riporta Agrigent a contatto e i biancazzurri trovano poi il pareggio a quota 53 grazie al canestro di Bell. Poi anche Cannon comincia a fare la voce grossa, tanto che la squadra di coach Ciani chiude il terzo parziale sul 64-56. Nell’ultimo quarto, Agrigento ipoteca la vittoria con i punti di Fontana ed Evangelisti che consentono di mantenere il vantaggio. La lucidità negli ultimi minuti fa la differenza e così i siciliani possono festeggiare la permanenza in testa alla classifica.

Mens Sana Siena-2B Control Trapani 86-75 Prosegue il leitmotiv di questo inizio di stagione che vede i granata vittoriosi in casa e sconfitti in trasferta. E la squadra di coach Parente torna a mani vuote anche dalla Toscana, restando a quota 6 punti. La squadra siciliana parte subito bene nonostante l’odissea del viaggio (i granata sono arrivati in albergo alle 2,30 di notte, per il volo che tardava a partire da Birgi), con Renzi che guida i suoi con la collaborazione di Clarke. Il vantaggio ospite tocca presto il +8 sul 6-14 e i granata chiudono il primo quarto avanti per 17-25. Nel secondo periodo il gap addirittura aumenta, con il vantaggio granata che arriva in doppia cifra sul 19-30 quando Pullazi concretizza un gioco da tre punti. Siena però risponde con un parziale di 16-0 tornando in vantaggio, anche se a metà gara il tabellone segna 41-41. Si gioca punto a punto e nel terzo periodo persiste una situazione di equilibrio con nessuna delle due squadre che riesce veramente a scappare, anche se la Mens Sana arriva alla terza sirena sul 60-58. La stessa situazione continua fino a metà dell’ultimo quarto, quando Clarke e Renzi non concretizzano le occasioni e Siena porta a casa la vittoria con i punti di Poletti e Cepic che consegnano i due punti ai toscani.

Orlandina Basket-Bergamo 89-90 dts Overtime fatale per la squadra di coach Sodini che cade contro i lombardi e si sgancia dal gruppo di squadre in testa, restando a due lunghezze da Agrigento e Virtus Roma. I lombardi partono meglio grazie a un inizio intenso da oltre l’arco, tanto che Fattori e Zucca portano gli ospiti avanti alla prima sirena per 16-21. Nel secondo periodo botta e risposta da una parte e dall’altra, anche a suon di triple, con Bergamo che resta avanti e l’Orlandina che tenta la rimonta. A metà gara però il punteggio è di 41-46. Al rientro sul parquet, i padroni di casa trovano il pari a quota 48, ma puntuale arriva la reazione ospite con i punti di Zucca e Bellan che consentono ai lombardi di allungare nuovamente. Bruttini e Parks tengono in corsa i siciliani e la terza frazione si chiude sul 62-66. Bruttini e Laganà consentono all’Orlandina di trovare il primo vantaggio sul 68-66 nell’ultimo quarto, poi gli ospiti trovano un break di 0-9 firmato Roderick, Casella, Benvenuti e Taylor. Parks sblocca i suoi e la tripla di Bellan riavvicina Capo, fino al canestro della parità firmato da Lucarelli. Si va all’overtime dove la situazione di parità persiste fino a quota 86, poi Fattiro porta avanti gli ospiti anche se Bruttini opera il controsorpasso sull’89-88. A sette secondi dalla fine, Bergamo trova il vantaggio definitivo con il canestro di Taylor.

Serie A1 femminile
Passalacqua Ragusa-Gesam Gas&Luce Lucca 67-56
Nuovo successo per la squadra iblea che si porta in quarta posizione a quota sei punti, a sole quattro lunghezze dalla capolista Venezia. Partenza fulminante per le biancoverdi che mostrano la loro forza soprattutto nel primo quarto. Avvio show delle siciliane che si portano subito sull’11- con le giocate di Hamby e Harmon. Il vantaggio viene presto rimpolpato e il punteggio si aggiorna prima sul 18-2 e poi sul 26-4, risultato sul quale si chiude la prima frazione. Nel secondo quarto, il coach ospite cambia qualcosa e la Gesam sembra più vibrante anche se si segna poco. Bongiorno firma il 38-13 prima che le toscane accorcino sul 38-22 con il quale si va all’intervallo lungo. Al rientro in campo, le iblee tornano a segnare con continuità, Lucca aveva accorciato fino al -14 ma viene ricacciata indietro e sostanzialmente il gap non cambia neanche alla terza sirena, quando il punteggio è di 53-37. Nell’ultimo quarto, Lucca prova disperatamente a recuperare e lo fa fino al -8 grazie a Vaughn. Hamby e Kuster però riportano le siciliane sul +14, poi Consolini e Cinili chiudono i conti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×