Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Basket, Agrigento vola in vetta alla classifica
Sconfitte Orlandina e Trapani, bene Ragusa

La Fortitudo si impone contro Cassino e mantiene la testa della classifica in serie A2. I paladini vengono staccati di due lunghezze dopo la sconfitta con Bergamo, mentre i granata perdono a Siena. Nel femminile, le iblee si impongono su Lucca

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Fortitudo Agrigento

Foto di: pagina Facebook Fortitudo Agrigento

Si sono giocate le gare che hanno visto coinvolte le squadre siciliane di basket.

Serie A2
Fortitudo Agrigento-Virtus Cassino 85-75
Continua il momento d’oro della formazione di coach Ciani che batte Cassino e resta in testa alla classifica, a braccetto con la Virtus Roma con 10 punti. Pronti via e Cassino sorprende punti con i punti di Pepper e Bagnoli che valgono il primo strappo, +6 per gli ospiti. I siciliani si ricompattano e i punti di Evangelisti suonano la carica, ma alla prima sirena il punteggio è di 16-24. Nel secondo periodo, la Fortitudo viene fuori, ma la Virtus risponde presente. I punti di Fontana, Zilli e Pepe tengono in corsa i siciliani, prima però che Jackson consenta a Cassino di volare sul 27-40, gap subito ridotto dai padroni di casa, con il punteggio che all’intervallo dice 36-42. Al rientro dagli spogliatoi, Ambrosin riporta Agrigent a contatto e i biancazzurri trovano poi il pareggio a quota 53 grazie al canestro di Bell. Poi anche Cannon comincia a fare la voce grossa, tanto che la squadra di coach Ciani chiude il terzo parziale sul 64-56. Nell’ultimo quarto, Agrigento ipoteca la vittoria con i punti di Fontana ed Evangelisti che consentono di mantenere il vantaggio. La lucidità negli ultimi minuti fa la differenza e così i siciliani possono festeggiare la permanenza in testa alla classifica.

Mens Sana Siena-2B Control Trapani 86-75 Prosegue il leitmotiv di questo inizio di stagione che vede i granata vittoriosi in casa e sconfitti in trasferta. E la squadra di coach Parente torna a mani vuote anche dalla Toscana, restando a quota 6 punti. La squadra siciliana parte subito bene nonostante l’odissea del viaggio (i granata sono arrivati in albergo alle 2,30 di notte, per il volo che tardava a partire da Birgi), con Renzi che guida i suoi con la collaborazione di Clarke. Il vantaggio ospite tocca presto il +8 sul 6-14 e i granata chiudono il primo quarto avanti per 17-25. Nel secondo periodo il gap addirittura aumenta, con il vantaggio granata che arriva in doppia cifra sul 19-30 quando Pullazi concretizza un gioco da tre punti. Siena però risponde con un parziale di 16-0 tornando in vantaggio, anche se a metà gara il tabellone segna 41-41. Si gioca punto a punto e nel terzo periodo persiste una situazione di equilibrio con nessuna delle due squadre che riesce veramente a scappare, anche se la Mens Sana arriva alla terza sirena sul 60-58. La stessa situazione continua fino a metà dell’ultimo quarto, quando Clarke e Renzi non concretizzano le occasioni e Siena porta a casa la vittoria con i punti di Poletti e Cepic che consegnano i due punti ai toscani.

Orlandina Basket-Bergamo 89-90 dts Overtime fatale per la squadra di coach Sodini che cade contro i lombardi e si sgancia dal gruppo di squadre in testa, restando a due lunghezze da Agrigento e Virtus Roma. I lombardi partono meglio grazie a un inizio intenso da oltre l’arco, tanto che Fattori e Zucca portano gli ospiti avanti alla prima sirena per 16-21. Nel secondo periodo botta e risposta da una parte e dall’altra, anche a suon di triple, con Bergamo che resta avanti e l’Orlandina che tenta la rimonta. A metà gara però il punteggio è di 41-46. Al rientro sul parquet, i padroni di casa trovano il pari a quota 48, ma puntuale arriva la reazione ospite con i punti di Zucca e Bellan che consentono ai lombardi di allungare nuovamente. Bruttini e Parks tengono in corsa i siciliani e la terza frazione si chiude sul 62-66. Bruttini e Laganà consentono all’Orlandina di trovare il primo vantaggio sul 68-66 nell’ultimo quarto, poi gli ospiti trovano un break di 0-9 firmato Roderick, Casella, Benvenuti e Taylor. Parks sblocca i suoi e la tripla di Bellan riavvicina Capo, fino al canestro della parità firmato da Lucarelli. Si va all’overtime dove la situazione di parità persiste fino a quota 86, poi Fattiro porta avanti gli ospiti anche se Bruttini opera il controsorpasso sull’89-88. A sette secondi dalla fine, Bergamo trova il vantaggio definitivo con il canestro di Taylor.

Serie A1 femminile
Passalacqua Ragusa-Gesam Gas&Luce Lucca 67-56
Nuovo successo per la squadra iblea che si porta in quarta posizione a quota sei punti, a sole quattro lunghezze dalla capolista Venezia. Partenza fulminante per le biancoverdi che mostrano la loro forza soprattutto nel primo quarto. Avvio show delle siciliane che si portano subito sull’11- con le giocate di Hamby e Harmon. Il vantaggio viene presto rimpolpato e il punteggio si aggiorna prima sul 18-2 e poi sul 26-4, risultato sul quale si chiude la prima frazione. Nel secondo quarto, il coach ospite cambia qualcosa e la Gesam sembra più vibrante anche se si segna poco. Bongiorno firma il 38-13 prima che le toscane accorcino sul 38-22 con il quale si va all’intervallo lungo. Al rientro in campo, le iblee tornano a segnare con continuità, Lucca aveva accorciato fino al -14 ma viene ricacciata indietro e sostanzialmente il gap non cambia neanche alla terza sirena, quando il punteggio è di 53-37. Nell’ultimo quarto, Lucca prova disperatamente a recuperare e lo fa fino al -8 grazie a Vaughn. Hamby e Kuster però riportano le siciliane sul +14, poi Consolini e Cinili chiudono i conti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×