Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Notte dei ricercatori, la scienza a portata di mano
Gli eventi organizzati sabato a Palermo e Catania

Il tema di quest'anno è il coinvolgimento e la responsabilità. Previste iniziative che spaziano dagli spettacoli alle performance ai confini con l'arte, ma anche curiosità di tutti i giorni approfondoite con lo sguardo degli scienziati. Leggi il programma

Michela Costa

Foto di: wisthaler harals sas & c.

Foto di: wisthaler harals sas & c.

Tutto pronto per la nuova edizione della Notte europea dei ricercatori, promossa ormai da più di dieci anni dalla Commissione europea e che si svolge ogni anno l’ultimo venerdì di settembre in tutto il continente. Quest'anno l'appuntamento è per la sera di sabato 28 settembre, momento culminante di una ricca settimana di eventi a carattere scientifico (dal 22 al 29 settembre). Circa duecento gli eventi in Europa e nove i progetti in Italia che coinvolgeranno numerose città da nord a sud dello Stivale.

A Palermo e a Catania la Notte dei ricercatori si svolgerà sotto il tema Sharper: Sharing Researchers' Passions for Evidences and Resilience ovvero condividere le passioni dei ricercatori, per il coinvolgimento e la responsabilità. Il progetto, a cui hanno aderito dodici città capoluogo di provincia in otto diverse regioni, quest'anno si inserisce nell’ambito delle celebrazioni dell’anno europeo del patrimonio culturale, valorizzando i luoghi della cultura, in particolare, quella scientifica. L'iniziativa mira a coinvolgere tutti i cittadini nella scoperta del mestiere di ricercatore e del ruolo che i ricercatori svolgono nel costruire il futuro della società attraverso osservazioni, scoperte e interpretazioni di un mondo in continua evoluzione.

Dal primo pomeriggio di venerdì fino a tarda notte, è prevista una serie di appuntamenti ricchi di attività dedicate a scienza, innovazione e tecnologia, in grado di avvicinare il pubblico e il mondo della ricerca. Una festa in cui intrattenimento, informazione e partecipazione si mescolano per creare un insieme di spettacoli, incontri e caffè scientifici, performance tra arte e scienza, giochi di ruolo e appuntamenti conviviali animati da ricercatori ed esperti comunicatori. A Catania l'evento sarà coordinato dai laboratori dell’INFN in collaborazione con l'Università di Catania, le principali istituzioni di ricerca della città e le associazioni culturali del territorio, tra le quali Radio Zammù, la Scuola Superiore, l’IMM, Officine Culturali. Il ricco calendario prevede numerosissime iniziative: a Piazza Università, dalle 18 alle 24, una serie di incontri sulla chimica, la fisica, la scienza al servizio della criminologia, dello sport e della cucina, tanti esempi e dimostrazioni vicini alle nostre esperienze quotidiane, concorsi fotografici e laboratori interattivi; alla Città della Scienza, appuntamento con droni, giochi e strategie, vaccini e tanto altro; alle stazioni Milo e Giovanni XXIII della metropolitana, dalle 16 alle 23.00, si alterneranno talent show a carattere scientifico, minitalk per i più piccoli su vari argomenti tra cui le energie rinnovabili, raggi cosmici, buchi neri, supernovae, vulcani e tantissimi altri temi a cura di CSFNSM, CNR-IMM, INFN, INGV, INAF e UniCT.

Tematiche inerenti l'informatica, l'intelligenza artificiale e l'arte saranno invece affrontati al monastero dei benedettini. E ancora, Riflessi e riflessioni sulla geologia di Catania - Passeggiata alla scoperta del rapporto tra Catania e la geologia dell’isola, a cura di UniCT con P. Mazzoleni, G. Barone; ore 17:00; Alla Scoperta dei biodeteriogeni degli edifici storici: passeggiata dall’Orto Botanico a Piazza Università alla scoperta degli organismi vegetali che intaccano le superfici dei palazzi del centro storico di Catania, a cura di UNiCT con G. Alongi. 19:30; anche presso i Laboratori Nazionali del Sud si terranno durante tutto il pomeriggio e la serata di venerdì approfondimenti su vari temi scientifici, dall'astronomia alla medicina, ma anche incontri a tu per tu con i ricercatori per parlare non solo di scienza ma anche delle loro passioni e hobby. Appuntamento con la chimica invece presso il dipartimento di Scienze chimiche con l'aiuto di esperienze interattive. Per la giornata di sabato 29 sono previste osservazioni della fotosfera e della cromosfera del Sole presso l'osservatorio astrofisico; visite guidate alle sale operative dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo; passeggiata geobotanica ai piedi del vulcano.

A Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018, Sharper sarà guidato dall’Università degli Studi di Palermo e coinvolgerà, oltre ai propri Dipartimenti, il Consorzio Arca, l'Airc, Cnr-Palermo (Istituto di Biomedicina e Immunologia molecolare, Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati, Istituto di Biofisica), Istituto nazionale di Astrofisica- Osservatorio astronomico di Palermo, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l’Istituto di Astrofisica spaziale e Fisica cosmica, la Fondazione Ri.Med-Ismett, oltre a numerose associazioni del territorio. Palermo abbraccerà anche un altro progetto proposto dalla Commissione Europea: Be a citizEn Scientist (BEES). Il tema prende spunto dalle api e dalla loro organizzazione, in cui il contributo fornito da ogni componente è importante per il benessere della collettività, per sottolineare le incredibili possibilità che la scienza può concretizzare attraverso la collaborazione tra ricercatori e cittadini, in un processo di condivisione di un bene comune, qual è la ricerca.

Il calendario palermitano prevede come luogo principale di incontri la splendida cornice dell'Orto botanico dove saranno tenuti i seminari e le discussioni con i ricercatori: studi intorno al tema delle opere incompiute in Sicilia, l'importanza della lingua greca nelle scienza, esopianeti, scienze forensi, genetica, corpo umano, biodiversità, nanomateriali da rifiuti, tumori, didattica e robot, laboratori di astronomia e di vulcanologia, e ancora mostre, proiezioni, simulazioni, visite guidate, spettacoli, concerti e tanto altro per toccare la scienza con mano. In provincia di Palermo, a Isnello, la Fondazione Gal Hassin - Centro internazionale per le Scienze astronomiche apre le porte al pubblico con due eventi ad ingresso gratuito, mentre nella sede Lumsa di Palermo spazio a processi simulati e approfondimenti sul consenso informato ai vaccini.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×