Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

La provocazione di Sgarbi: «Ora si sciolga il Comune di Castelvetrano»

L'ex Sindaco di Salemi commenta l'operazione che stamattina ha portato all'arresto di alcuni fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro. In manette anche un consigliere comunale. Il critico d'arte quindi ricorda al Prefetto di Trapani che il suo Comune venne sciolto per mafia senza un arresto e senza indagati...

Redazione

«Si commissari il Comune di Castelvetrano». La provocazione è dell'esuberante Vittorio Sgarbi, ex sindaco di Salemi che ha commentato l'operazione di stamane in Sicilia contro i fiancheggiatori del boss latitante Matteo Messina Denaro «che ha portato all'arresto  di un consigliere del comune di Castelvetrano, guidato da Felice Errante, uomo del ministro dell'Interno Alfano» sottolinea il critico d'arte. 

Che aggiunge: 

«Il solerte prefetto di Trapani, che ha tratto beneficio e carriera dallo scioglimento ingiusto del Comune di Salemi, non vorrà perdere l'occasione d'inviare una Commissione di accesso agli atti al Comune di Castelvetrano per poterlo convenientemente commissariare in seguito all'arresto del consigliere comunale Lillo Giambalvo, che indica infiltrazioni mafiose per gli asseriti collegamenti con Matteo Messina Denaro». 

«Come ricorderà il prefetto, Leopoldo Falco, il Comune di Salemi - dice Sgarbi - fu sciolto senza il riscontro di alcun indagato o arrestato per mafia». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews