Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Priolo, ustionati due operai della raffineria Isab
Trasferiti in ospedale. Nessuna criticità all'impianto

Nell'incidente, probabilmente causato da un fenomeno di fumosità dall'unità 1600 generato da una pompa di fondo colonna, un altro dipendente è rimasto contuso. I feriti sono stati trasportati all'Umberto I

Redazione

Foto di: Isab

Foto di: Isab

Due operai ustionati e un terzo contuso. Questo il bilancio dopo l'incendio avvenuto all'interno dello stabilimento Isab di Priolo. L'incidente nella raffineria del Siracusano si sarebbe verificato dopo un fenomeno di fumosità dall'unità 1600, generato da una pompa di fondo colonna.

L'impianto non sarebbe stato interessato da criticità. Gli operai sono tutti e tre ricoverati nell'ospedale Umberto I di Siracusa.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×