Alleycat race Scicli, pedalata con foto Riscoprire la città a passo di bicicletta

Pedala e fotografa. E’ lo slogan della seconda Alleycat race organizzata in Sicilia dopo la gara svoltasi a Palermo lo scorso 31 marzo. Ed esattamente un anno dopo, domani alle 9, ci sarà una nuova reunion di gatti randagi su due ruote. Questa volta dall’altra parte dell’isola, a Scicli, in provincia di Ragusa. Un’iniziativa nata dal basso e con un duplice obiettivo: riscoprire il piacere di una passeggiata in bicicletta e valorizzare il territorio che si visita.

«Ho scoperto l’esistenza delle alleycat race da alcuni video su youtube che documentavano competizioni di questo genere in tutto il mondo. Gare spesso spettacolari, con immagini dal Canada e persino dalla Muraglia cinese. E mi sono chiesto come sarebbe stato farlo in Italia», racconta l’ideatore Roberto Sammito, sciclitano che vive a Catania. «Le alleycat race non hanno regole fisse e non sono tutte uguali tra loro. Da tempo pensavo ad una gara che desse la possibilità di scoprire palazzi, piazze e monumenti di una città. Poi un po’ per caso ho incontrato il professore Gianpaolo Schillaci, catanese impiantato a Scicli che fa parte del coordinamento Fiab Sicilia (Federazione italiana amici della bicicletta, ndr), che ha subito apprezzato l’idea – continua Sammito – Da qui, coinvolgendo l’associazione Barocco Slow Coast, abbiamo iniziato a progettare la nostra alleycat, a misura di Scicli».

Un evento pensato per valorizzare il territorio, unendo alla sana abitudine della passeggiata in bici, la voglia di scoprire i beni culturali che lo compongono. Una sorta di caccia al tesoro. O caccia al monumento, che dir si voglia, fatta di scatti sui pedali e scatti d’obbiettivo. Si tratterà, infatti, non di una competizione basata sulla velocità, piuttosto di una pedalata tra le viuzze di Scicli, alla scoperta delle meraviglie tardo barocche che caratterizza la città patrimonio dell’Unesco. «Ogni concorrente avrà a disposizione una mappa con 12 check point, due dei quali a sorpresa e con delle piccole prove da superare – racconta l’organizzatore – Ma potrà scegliere il percorso che preferisce. E ad ogni tappa troverà una chiesa o un monumento da fotografare», prosegue. «Non essendo una vera e propria gara sportiva, a vincere saranno i concorrenti che arriveranno più vicini al tempo medio di percorrenza del tragitto. E alla fine saranno premiati due concorrenti: un local e un out of town che riceveranno una targa e un pranzo offerto dal ristorante Galù». A cui si aggiungono, «con nostra sorpresa», altri due premi messi in palio da due associazioni che, apprezzata l’iniziativa, hanno voluto contribuire: L’associazione Centro studi europeo con un corso di lingua per il vincitore residente e l’associazione Val di Noto speaks English and Italian, too offrendo un weekend in un bed & breakfast  per il vincitore fuori sede.

«Un segnale positivo», dice Roberto Sammito. Che intanto pensa ad una seconda edizione estiva nelle borgate di Scicli. «E perché no – aggiunge – magari anche a Catania, dove vivo». Un’occasione per coniugare l’idea di mobilità dolce nei centri urbani a quella della valorizzazione dei beni culturali. Le immagini verranno poi raccolte in una galleria fotografica e, «pensando che ce ne saranno di belle – si augura l’organizzatore – vorremmo poi realizzare un e-book con le foto scattate dai partecipanti». Mentre per gli smanettoni muniti di smartphone che vorranno condividerle durante la gara basterà utilizzare l’hashtag #alleycatscicli.

Pedala, guarda e fotografa sarà l’unica vera regola della gara, pensata per tutti, grandi e piccoli, «non a caso nel weekend di Pasqua», dice Sammito. «Ci terremmo, infatti, che ci fossero soprattutto le famiglia, e proprio per loro ci saranno delle agevolazioni sull’iscrizione alla gara», conclude. «Una piccola quota, cinque euro, che servirà appena a pagare le spese di realizzazione, tra locandine, mappe e gadget per i partecipanti. Ma che speriamo regali una bella giornata a chi è di Scicli e a chi verrà per visitarla».

 

[Foto di Mascetti1982]


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Riappropriarsi del proprio territorio in modo sano e divertente. E' l'obbiettivo della gara di biciclette organizzata nel Comune in provincia di Ragusa domani. Un evento che ricalca le cosiddette corse di gatti selvaggi in giro per la metropoli statunitensi. Adattato ad un centro abitato piccolo ma ricco di monumenti da scoprire. Meglio se passeggiando su due ruote. L'evento è aperto a tutti, grandi e piccoli, residenti e non. Basta esser pronti a pedalare e fotografare

Riappropriarsi del proprio territorio in modo sano e divertente. E' l'obbiettivo della gara di biciclette organizzata nel Comune in provincia di Ragusa domani. Un evento che ricalca le cosiddette corse di gatti selvaggi in giro per la metropoli statunitensi. Adattato ad un centro abitato piccolo ma ricco di monumenti da scoprire. Meglio se passeggiando su due ruote. L'evento è aperto a tutti, grandi e piccoli, residenti e non. Basta esser pronti a pedalare e fotografare

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Circa due tonnellate. È la quantità di rifiuti raccolta da oltre tremila studenti e studentesse di undici Comuni del territorio del Calatino durante le giornate di plogging organizzate da Kalat Ambiente Srr. «L’obiettivo del nostro campionato – spiegano dall’ente che si occupa di pianificazione, programmazione e affidamento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti – […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]