A Siracusa grande successo per i concerti al teatro greco «Numeri importanti e tanto rispetto verso il monumento»

Trentamila spettatori, un incasso da 1,4 milioni di euro, indotto da nove milioni, 55mila euro di introiti per il Parco archeologico, un migliaio di maestranze impegnate e una copertura di quasi 100mila utenti, comprese interazioni e condivisioni, repost, commenti, storie e dirette social su Facebook e Instagram. Sono questi i numeri dei concerti che si sono tenuti quest’estate al Teatro Greco di Siracusa. Il 55 per cento degli spettatori sono arrivati da fuori città e il 25 per cento dal resto d’Italia e dall’estero con effetti favorevoli per le strutture ricettive e di ristorazione. 

«Le sei serate di musica al teatro greco hanno prodotto dei numeri importanti per la città, sia in termini economici che di ritorno di immagine. E non meno grande è la mia soddisfazione per il comportamento del pubblico e degli artisti, che in ogni evento hanno mostrato rispetto verso il monumento e la sua unicità». Lo dice il sindaco, Francesco Italia, commentando i dati forniti dagli organizzatori: l’Associazione culturale Development, la GG Entertainment e la Puntoeacapo srl. «Ci stiamo lasciando alle spalle – aggiunge il sindaco Italia – un’estate senza precedenti in termini di visitatori e di presenze della città nei media più importanti, nazionali e internazionali, e nei social. L’offerta complessiva è stata ricca e diversificata e questi concerti hanno contribuito alla promozione di Siracusa e del suo patrimonio storico e ambientale nel mondo. Baglioni, Einaudi, Nannini, Mannoia ed Elisa sono artisti sensibili e preparati, che hanno colto il valore del Teatro nei quali si esibivano e hanno saputo trasmettere, anche con le parole, questo sentimento al loro pubblico».

«Oltre al prestigio e al plauso delle produzioni coinvolte, il pubblico della musica dal vivo al Teatro Greco di Siracusa ha vinto, dimostrando che il transito di quasi 30mila persone non ha provocato alcun disagio, anzi ha solo potenziato la luce di questo luogo, con un effetto benefico duraturo di valorizzazione. Un nostro suggerimento è che parte delle entrate nella casse regionali vengano utilizzate per il restauro e la conservazione di questi luoghi meravigliosi. Lo spettacolo che contribuisce alla conservazione e alla tutela», commentano i rappresentanti dell’Associazione Culturale Development, di GG Entertainment e di Puntoeacapo Srl. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento