Champions, Orlandina ko a Salonicco
I siciliani in partita solo per metà gara

Luca Di Noto

Sport – La squadra biancazzurra cade in Grecia con il punteggio di 79-61. Match combattuto fino all’intervallo lungo, poi il Paok scappa via e diventa imprendibile. Coach Di Carlo: «Sfrutteremo le restanti gare per crescere»

Altro ko per l’Orlandina che, con gli uomini contati, cade in Champions League sul parquet del Paok Salonicco con il punteggio di 79-61. Una sfida combattuta sino a metà gara con il gap che si è poi dilatato dopo l’intervallo lungo. Ai paladini mancavano Ihring e Ikovlev, mentre Atsur e Maynor non erano al meglio e sono stati impiegati per pochi minuti.

La SikeliArchivi entra in campo con il giusto atteggiamento, difende al meglio e si muove bene in attacco. I siciliani si portano sul +6 con il canestro di Atsur che vale il 6-12, poi sfiora il +9 con una tripla di Alibegovic che non entra e il primo quarto si chiude sul 15-18. Nella seconda frazione, i paladini tornano a +6 grazie a Stojanovic, poi i greci cominciano a macinare punti e trovano un parziale di 10-0 ribaltando la situazione e arrivando all’intervallo lungo in vantaggio per 41-35.

L’Orlandina è ancora in partita, ma presto il Paok riesce a scappare con i punti di Katsivelis che valgono il 49-35. I siciliani rispondono con Alibegovic e Stojanovic che riportano i biancazzurri sul -9, poi Salonicco scappa definitivamente chiudendo la terza frazione di gioco sul 62-46. Nell’ultimo quarto, la gara è già decisa, ma Di Carlo gestisce minutaggi e rotazioni dando spazio ad alcuni giovani, tra i quali Donda ha un buon impatto, ma nel finale non c’è nulla da fare e il punteggio finale è di 79-61.

Il coach dell’Orlandina, Gennaro Di Carlo, ha commentato così la gara: «I miei ragazzi hanno fatto bene, considerando la nostra condizione. Venivamo da un brutto momento e avevamo alcuni giocatori infortunati, ma stasera in campo ho visto più disponibilità da parte loro a giocare insieme, sia in attacco che in difesa e Stojanovic ha fatto davvero un gran lavoro per la squadra». Un andamento che in Champions League non è stato dei migliori, ma non è una sorpresa considerando che i siciliani sono una matricola: «Giocheremo le altre partite in Basketball Champions League con lo scopo di migliorare sempre. Siamo una squadra giovane e da queste partite possiamo solo imparare. Penso che con ordine e disciplina raggiungeremo i nostri obiettivi. Ho grande rispetto per il Paok, per quello che rappresenta e oggi abbiamo respirato aria di grande basket».

Paok Salonicco - SikeliArchivi Capo d'Orlando 79-61
Parziali
: 15-18; 41-35; 62-46

Paok Salonicco: Chrysikopoulos 13 (2/3, 2/6, 3/4 tl), Krubally 6 (2/3, 2/2 tl), Koniaris (0/1, 0/2), Tsochlas 3 (0/1, 1/1), Margaritis 6 (2/5, 0/1, 2/2 tl), Zaras 13 (2/2, 3/7), Charalampopoulos 6 (3/3, 0/1), Karamanolis (0/2 da tre), Katsivelis 10 (2/2, 2/3), Jackson 9 (3/3, 3/4 tl), Goss 2 (1/4, 0/2), Jones 11 (2/4, 2/4, 1/2 tl). All.: Ilias Papatheodorou

SikeliArchivi Capo d’Orlando: Galipò, Alibegovic 14 (1/2, 4/9), Maynor, Atsur 6 (3/6, 0/1), Kulboka 11 (1/4, 1/3, 6/6 tl), Laganà 3 (1/3 da tre), Delas 6 (3/10), Wojciechowski 5 (1/3, 1/3), Stojanovic 12 (6/8, 0/1), Ikovlev ne, Donda 4 (2/4, 0/1, 0/2 tl). All.: Gennaro Di Carlo