Scicli: a fuoco un'abitazione, muore disabile
Incendio partito da una stufa rimasta accesa

Valentina Frasca

Cronaca – Il rogo è divampato questa mattina all'interno di un appartamento del quartiere di Stradanuova. La vittima, pur soffrendo anche di un disturbo psichico, viveva da solo. Secondo le prime ricostruzioni dei vigili del fuoco, costretto sulla sedia a rotelle, non sarebbe riuscito a mettersi in salvo. Sul posto carabinieri e medico legale

È Enrico Lutri, un disabile di 55 anni, la vittima dell’incendio che si è sviluppato questa mattina in un’abitazione di via Sant’Antonio a Scicli. Inizialmente si era parlato di suicidio, perché l’uomo nei giorni scorsi aveva tentato di togliersi la vita ingerendo dei barbiturici ed era stato ricoverato in ospedale, ma molto probabilmente a causare la morte del disabile è stata una stufa, se non addirittura una coperta elettrica, dimenticata accesa. Il 55enne, immobilizzato su una sedia a rotelle, non ha potuto mettersi in salvo ed è morto carbonizzato.

L’incendio ha causato anche delle piccole esplosioni e tanta è stata la paura dei residenti nel quartiere di Stradanuova che, oltre a sentire gli scoppi e le urla, hanno poi visto il denso fumo nero. Lutri era affetto anche da una disabilità psichica, ma nonostante questo viveva da solo. Sul posto il 118 e i vigili del fuoco, ma quando sono arrivati per l’uomo non c’era più nulla da fare. Saranno adesso i carabinieri e il medico legale a dover accertare quello che è successo e le cause esatte del decesso.