15

Foto di: Sal Lo Monaco

Siracusa, sequestrata la proprietà di Fiera del Sud
Indagini sul centro commerciale, coinvolte 6 società

Salvo Catalano

Cronaca – Passaggio importante nell'inchiesta della Procura sulla realizzazione della struttura. Congelate diverse società, tra cui quella che attualmente gestisce il centro, che adesso passerà in amministrazione giudiziaria. Al centro una presunta evasione fiscale. Ma le indagini proseguono

La costruzione del centro commerciale Fiera del Sud di Siracusa, al centro delle indagini della locale Procura. La Guardia di finanza ha sequestrato la società attualmente proprietaria della struttura, la Emmea Plus Unipersonale. Congelate, in varia percentuale, anche le quote di altre cinque società, coinvolte nella realizzazione e nella gestione della struttura e tutte riconducibili alla famiglia Frontino. Sigilli pure a una porzione di un appartamento e a disponibilità finanziarie su diversi conti correnti intestati ai due indagati. Il tutto per un valore di diversi milioni di euro. I due indagati sono un membro della famiglia Frontino, a cui sarebbero riconducibili cinque delle società colpite dalla misura preventiva, e l'amministratore di diritto della società che attualmente risulta proprietaria del centro commerciale, l'Emmea Plus. Gli vengono contestati i reati tributari di infedele dichiarazione e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. La Finanza ha calcolato attualmente imposte evase per 247mila euro. 

È lunga e aggrovigliata la storia che ha portato alla realizzazione del centro commerciale. Per arrivare a fondo la Procura di Siracusa, nella persona del sostituto procuratore Davide Lucignani, ha affidato le indagini alla Guardia di finanza di Palermo che, con la collaborazione della Compagnia di Augusta, sta facendo luce sull'intera galassia di società che si è mossa negli ultimi anni attorno a questa vicenda. Il sequestro di oggi sarebbe quindi solo un primo passo negli approfondimenti. 

Le Fiamme gialle hanno ricostruito i rapporti economici tra diverse imprese, tutte riconducibili al gruppo imprenditoriale della famiglia Frontino, segnalando all’autorità giudiziaria «un'evasione fiscale ai fini dell’Ires quantificabile in 247mila 800 euro e la sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte dirette dovute». Questo sarebbe avvenuto svuotando la società che ha debiti con l'erario e trasferendo i suoi asset aziendali a un nuovo soggetto economico, l'Emmea Plus, costituita nell'aprile del 2017 e fiscalmente residente in Puglia, a Taranto. I magistrati hanno quindi ritenuto di sequestrare l'intero capitale sociale di questa nuova società, che di fatto è diventata la nuova proprietaria del centro commerciale Fiera del Sud, tramite l'acquisizione di un ramo d'azienda. Il sequestro si è reso necessario «per evitare il rischio di dispersione dei beni attraverso la creazione di nuove società e il trasferimento fittizio della sede di alcune società del gruppo». Adesso la società, e quindi anche la gestione del centro commerciale, verrà affidata a un amministratore giudiziario.

La costruzione del centro commerciale è stato al centro di diverse audizioni alla commissione regionale Antimafia. In quella sede è stato sentito anche il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo. L'ente è protagonista infatti di un processo contro la società Open Land. Il Comune aveva negato il rilascio della concessione edilizia alla società Open Land che aveva, conseguentemente, fatto una richiesta di risarcimento danni multimilionaria. Condannato a pagare, il Comune di Siracusa ha già liquidato un anticipo di 2,8 milioni di euro lo scorso marzo.