Licata, 70enne arrestato per violenze sessuali
Vittima è disabile, avvicinata anche la sorella

Redazione

Cronaca – La polizia ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un bracciante. L'uomo, un familiare acquisito delle vittime, lo scorso agosto avrebbe tentato di violentare anche la sorella 13enne. A denunciare sono stati i genitori, dopo il racconto della più piccola

Avrebbe abusato per 12 anni di una giovane donna e tentato di violentare la sorella di 13 anni. È questa l'accusa rivolta a un bracciante agricolo 70enne di Licata. L'uomo è stato arrestato dalla polizia su disposizione del giudice per le indagini preliminari di Agrigento, Stefano Zammuto. È accusato di violenza sessuale continuata e di tentata violenza sessuale su minore. 

Nel primo caso, le molestie sarebbero iniziate nel 2014 e proseguite fino all'agosto dello scorso anno. La vittima, all'epoca una ragazza, è affetta da disturbi psichici. Sempre lo scorso anno, l'uomo avrebbe tentato di abusare anche della ragazzina. Che però è riuscita a sottrarsi alle attenzioni del bracciante, raccontando tutto ai genitori che si sono recati in commissariato. 

Il 70enne è un familiare acquisito delle due, al quale i genitori si affidavano affinché si prendesse cura di loro durante l'orario di lavoro.