Trapani, fermata importazione di un parco giochi in plastica Materiali non conformi a norme sulla sicurezza dei giocattoli

Da 1500 a 30mila euro è il valore della sanzione che una ditta importatrice dovrà pagare per le operazioni di smaltimento e recupero seguito al fermo di merce importata e arrivata al porto di Trapani. I funzionari dell’Agenzia delle dogane, all’interno di un cointainer, hanno trovato un parco giochi in plastica non conforme alle norme europee sulla sicurezza dei giocattoli. La segnalazione è stata fatta anche al ministero dello Sviluppo economico che ha intimato all’importatore di procedere alla regolarizzazione, distruzione o rispedizione all’estero della merce.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento