Motori auto: come funzionano i tergicristalli, manutenzione e sostituzione

I tergicristalli sono uno degli elementi fondamentali per garantire una guida sicura durante le giornate di pioggia o neve. Questi dispositivi, installati sulla parte anteriore e posteriore dei veicoli, sono progettati per pulire il parabrezza e il lunotto, assicurando una visibilità chiara al conducente.

Come funzionano i tergicristalli?

I tergicristalli sono composti da diverse componenti che lavorano in sincronia per garantire un’efficace pulizia dei vetri. Il cuore del sistema è il motore del tergicristallo, alimentato dall’impianto elettrico dell’auto. Quando il conducente aziona l’interruttore del tergicristallo, il motore entra in funzione, fornendo il movimento necessario agli elementi meccanici dei tergicristalli. Il motore del tergicristallo trasmette il movimento attraverso una serie di ingranaggi e cavi a un braccio principale che si estende lungo il bordo del parabrezza o del lunotto. Su questo braccio, è montata una lama di gomma flessibile, chiamata spazzola, che è responsabile della pulizia del vetro. Quando il motore è in funzione, il braccio oscilla avanti e indietro, spostando la lama di gomma sulla superficie del vetro per rimuovere l’acqua, la neve o altri detriti. Per migliorare l’efficacia della pulizia, molti tergicristalli sono dotati di un meccanismo di pressione. Questo meccanismo applica una forza costante sulla lama di gomma, assicurandosi che si adatti perfettamente alla forma del vetro per una pulizia ottimale.

Tipi di tergicristalli

Ma quanti tipi di tergicristalli esistono? Ne esistono ovviamente diversi sul mercato, ognuno con caratteristiche specifiche adatte a diverse situazioni climatiche e ambientali. La fonte tuttoautoricambi.it parla di tergicristalli in gomma, tergicristalli in silicone e tergicristalli ibridi.

Tergicristalli in gomma

Questo tipo di tergicristalli è il più comune e convenzionale. Le lame di gomma sono economiche e facili da sostituire, ma potrebbero non offrire le migliori prestazioni in condizioni di pioggia intensa o a temperature estreme.

Tergicristalli in silicone

Questi tergicristalli sono realizzati con una lama in silicone di alta qualità. Offrono una maggiore durata rispetto ai tergicristalli in gomma e una migliore resistenza alle condizioni atmosferiche avverse. Sono in grado di pulire efficacemente il vetro anche a basse temperature.

Tergicristalli ibridi

I tergicristalli ibridi combinano le caratteristiche dei tergicristalli in gomma e silicone. Hanno una struttura mista, con una parte in gomma e una parte in silicone. Questa combinazione offre una buona durata e una migliore aderenza al vetro, assicurando una pulizia efficace in diverse condizioni atmosferiche. È importante considerare le condizioni climatiche della propria area di guida e le esigenze personali prima di scegliere il tipo di tergicristalli da installare. Consultare il manuale del proprietario dell’auto o rivolgersi a un professionista del settore può aiutare a fare la scelta migliore.

Come sostituire correttamente i tergicristalli?

La sostituzione dei tergicristalli è una procedura relativamente semplice che può essere eseguita autonomamente senza la necessità di strumenti speciali. Seguire i seguenti passaggi per sostituire correttamente i tergicristalli:

Acquistare le lame di ricambio
Misurare la lunghezza delle lame esistenti o consultare il manuale dell’auto per identificare le dimensioni corrette delle nuove lame di ricambio.

Sollevare il braccio del tergicristallo
Sollevare delicatamente il braccio del tergicristallo lontano dal vetro fino a quando non si sente uno scatto di bloccaggio. Assicurarsi che il braccio rimanga in posizione sollevata durante la sostituzione.

Rimuovere la vecchia lama
Generalmente, le lame dei tergicristalli sono fissate a un adattatore sul braccio del tergicristallo. Premere il pulsante di rilascio dell’adattatore e far scorrere la lama verso il basso per rimuoverla.

Installare la nuova lama
Inserire la nuova lama nel adattatore fino a quando non si sente uno scatto di bloccaggio. Assicurarsi che sia saldamente fissata.

Abbassare il braccio del tergicristallo
Abbassare lentamente il braccio del tergicristallo fino a farlo aderire al vetro. Controllare che la nuova lama sia correttamente posizionata e aderente al vetro.
Ripetere il processo per l’altro tergicristallo, se necessario.

Come sapere se i tergicristalli sono rotti?

I tergicristalli rotti o usurati possono compromettere l’efficacia della pulizia del vetro e possono creare aloni o strisce che ostacolano la visibilità. Ecco alcuni segnali che possono indicare la necessità di sostituire i tergicristalli:
Rumori o vibrazioni
Se si sentono rumori striduli o si notano vibrazioni durante l’uso dei tergicristalli, potrebbe essere necessaria una sostituzione. Questi segnali possono indicare l’usura delle lame o problemi nel meccanismo di movimento.

Strisce o aloni
Se i tergicristalli lasciano strisce o aloni sulla superficie del vetro è probabile che le lame siano usurati o danneggiati. Questo può influire sulla visibilità e richiedere una sostituzione.

Pulizia inefficace
Se i tergicristalli non riescono a pulire efficacemente il vetro, lasciando macchie o residui, potrebbe essere necessario sostituirli. Questo può essere causato dall’usura delle lame o dalla deformazione delle stesse.

Flessibilità compromessa
Le lame dei tergicristalli dovrebbero essere flessibili e adattarsi perfettamente alla forma del vetro. Se le lame sono rigide o deformate, potrebbero non essere in grado di pulire correttamente il vetro e potrebbero necessitare di sostituzione.

Deterioramento della gomma
La gomma delle lame dei tergicristalli può deteriorarsi nel tempo a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici e ai raggi UV. Se la gomma è screpolata, consumata o presenti segni evidenti di deterioramento, è consigliabile sostituire i tergicristalli.

Per garantire una guida sicura in condizioni di pioggia o neve, è consigliabile ispezionare regolarmente i tergicristalli e sostituirli quando necessario. Una corretta manutenzione dei tergicristalli contribuirà a mantenere una visibilità ottimale sulla strada, aumentando la sicurezza durante la guida
Informazioni su come sostituire i tergicristalli tratte da motori.it.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

I tergicristalli sono uno degli elementi fondamentali per garantire una guida sicura durante le giornate di pioggia o neve. Questi dispositivi, installati sulla parte anteriore e posteriore dei veicoli, sono progettati per pulire il parabrezza e il lunotto, assicurando una visibilità chiara al conducente. Come funzionano i tergicristalli? I tergicristalli sono composti da diverse componenti […]

I tergicristalli sono uno degli elementi fondamentali per garantire una guida sicura durante le giornate di pioggia o neve. Questi dispositivi, installati sulla parte anteriore e posteriore dei veicoli, sono progettati per pulire il parabrezza e il lunotto, assicurando una visibilità chiara al conducente. Come funzionano i tergicristalli? I tergicristalli sono composti da diverse componenti […]

I tergicristalli sono uno degli elementi fondamentali per garantire una guida sicura durante le giornate di pioggia o neve. Questi dispositivi, installati sulla parte anteriore e posteriore dei veicoli, sono progettati per pulire il parabrezza e il lunotto, assicurando una visibilità chiara al conducente. Come funzionano i tergicristalli? I tergicristalli sono composti da diverse componenti […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Una festa di colori ha animato la mattinata della piazza centrale di Grammichele, in provincia di Catania. «Fai super la raccolta differenziata» è la frase sulle magliette – blu, rosse, verdi e gialle – di migliaia di studenti e studentesse delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio del Calatino. Tutti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Quannu è a siccu e quannu è a sacco (quando è troppo poco e quando è troppo). La Sicilia non ha moderazione. Si passa agevolemente, piroettando come ginnasti artistici sul cavallo con maniglie (dell’ammore), dalle mostre monstre di Manlio Messina a Cannes allo stand dell’assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana al Salone del Libro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]