Sostare, parcheggio blu a un euro a notte in centro «Ci trasformiamo in diretti competitor degli abusivi»

Riduzione delle spese per i cittadini e per la società. È questo l’indirizzo della nuova gestione di Luca Blasi, neo-presidente di Sostare. Il numero uno della ditta che si occupa della sosta a pagamento in città – insediatosi da poco meno di due mesi – ha presentato a Palazzo degli elefanti due novità. Rivolte entrambe al rilancio della partecipata comunale. La prima è l’abbassamento della tariffa della sosta notturna nel centro storico, la seconda il risparmio sui costi che affronta l’azienda per inviare agli utenti inadempienti il recupero delle penali, cioè le somme dovute all’azienda per non avere pagato puntualmente la multa. 

«Parcheggiare sulle strisce blu nel cuore della movida catanese dalle 21 alle 2 da oggi costerà solo un euro a notte», annuncia Blasi. A fronte dei precedenti 50 centesimi all’ora. Accanto al presidente annuisce soddisfatto il sindaco Enzo Bianco. «La tariffa che ci trasforma in competitor diretti dei parcheggiatori abusivi, stavolta anche nei prezzi», precisa ridendo. Un contenimento del costo pensato «soprattutto per i giovani frequentatori della zona», continua il presidente di Sostare. Che arriva al secondo punto del suo programma, ovvero il risparmio per la società. «Fino a poco tempo la partecipata si avvaleva di consulenti esterni per inviare ai cittadini che non pagavano in tempo le multe i solleciti, oggi – spiega – di questo ci occuperemo noi stessi».

L’attività, che durante la precedente gestione costava circa 170mila euro all’anno, sarà perseguita a soli seimila. Un risparmio di 164mila euro in meno possibile grazie «alla nostra volontà di investire sul personale interno». Nello specifico, per evitare di assegnare il servizio a legali esterni, Luca Blasi ha deciso di creare all’interno di Sostare un apposito ufficio i cui dipendenti «verranno formati per un anno da un giovane avvocato 31enne, scelto tramite selezione per curriculum, il cui stipendio è di poche centinaia di euro al mese», sottolinea. 

«Allo scadere del percorso formativo, si potrà risparmiare anche sul costo del collaboratore legale», dichiara Luca Blasi. Nel frattempo, a firmare in qualità di avvocato garante della legittimità del procedimento di sollecito è lo stesso presidente, penalista del foro di Catania. Che sottolinea come la riduzione del costo di sosta notturna in centro «è merito dell’emendamento, accolto nel nuovo contratto di servizio di Sostare, proposto dal consigliere comunale Agatino Lanzafame», dice. E proprio il componente di Catania futura, insieme al collega di partito Carmelo Coppolino, assiste alla «vittoria su una battaglia che porto avanti da quasi tre anni», dichiara Lanzafame. 

«È un buon esempio di sinergia tra amministrazione e consiglio comunale. Quest’ultimo, inoltre, ha richiesto e ottenuto una chiara segnalazione di orari e costi degli stalli blu», conclude il consigliere. Plauso dal primo cittadino Bianco che parla di «completa sintonia con il presidente Blasi». «È un forte segnale per i cittadini e proprio per loro stiamo pensando all’incremento futuro di servizi rivolti a informatizzare il parcheggio sulle strisce blu», conclude Bianco. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento