Peeping Tom – Peeping Tom (2006, Ipecac)

TRACKLIST:
1 Five Seconds (feat. Odd Nosdam)
2 Mojo (feat. Rahzel and Dan The Automator)
3 Don’t Even Trip (feat. Amon Tobin)
4 Getaway (feat. Kool Keith)
5 Your Neighborhood Spaceman (feat. Jel and Odd Nosdam)
6 Kill The DJ (feat. Massive Attack)
7 Caipirinha (feat. Bebel Gilberto)
8 Celebrity Death Match (feat. Kid Koala)
9 How U Feeling? (feat. Doseone)
10 Sucker (feat. Norah Jones)
11 We Are Not Alone (feat. Dub Trio)

Quindici anni, a cavallo fra gli ’80 e i ’90, con i Faith No More. I mai dimenticati Mr. Bungle sempre nel cassetto. L’esaltante formazione dei Fantomas, accanto a mostri sacri come Buzz Osborne, Trevor Dunn e Dave Lombardo. E poi Tomahawk, Melvins, John Zorn, Rahzel e chi più ne ha più ne metta. Senza tralasciare la Ipecac Recordings, label fondata insieme a Greg Werckman, il manager dei Mr. Bungle. Minimo comune multiplo di tutto ciò è ovviamente la persona di Mike Patton, geniaccio californiano che ha messo mano (e testa, e voce) ad alcuni fra i più interessanti progetti degli ultimi venti anni.

Si ripresenta oggi (ma tra una collaborazione e l’altra si hanno sue notizie praticamente all’ordine del giorno) con il primo album, omonimo, dei Peeping Tom, una one man band di cui da tempo si sentiva parlare e che solo ora ha preso corpo in una uscita discografica. Salta immediatamente all’occhio il nome, “Peeping Tom”, ennesima prova di quanto Patton sia attento al mondo della celluloide: “Peeping Tom”, infatti, altro non è se non il titolo originale di una famosa pellicola di Michael Powell datata 1960, nota in Italia con il titolo “L’occhio che uccide”. One man band si diceva. Si, perché perno insostituibile è sempre il Generale Patton, coadiuvato in questo nuovo episodio della sua carriera da una lunghissima serie di amici e collaboratori di lusso che lo accompagnano nel corso delle undici spettacolari tracce che compongono il lavoro.

Fili conduttori dell’album sono, come sempre quando c’è di mezzo Patton, la sperimentazione e l’avanguardia, attitudini che sforano però in “Peeping Tom” in qualcosa di più. Catalogabile sotto la vaga dicitura “pop”, nel senso più sporco e contaminato del termine, “Peeping Tom” raccoglie al suo interno tutta una serie di ibridazioni fra l’indole rock di Mike e lo stile degli artisti che si avvicendano al suo fianco.

Troviamo così una superba Five Seconds featuring Odd Nosdam (che ricompare anche in Your Neighborhood Spaceman), in cui la componente hip-hop di quest’ultimo si sposa alla perfezione con i campionamenti di Patton; c’è Kill The DJ, brano in cui spicca la collaborazione con i Massive Attack, e nello specifico con il loro leader Robert “3D” Del Naja, che è riuscito a mettere in piedi un pezzo a metà fra sonorità trip-hop e scratch energici in perfetto stile pattoniano. Caipirinha segna probabilmente il culmine dell’album in quanto a mistioni: con il fondamentale apporto della vocalist Bebel Gilberto, ne viene fuori una futuristica bossanova in cui atmosfere brasiliane si mescolano elegantemente a campionamenti ed effetti rumoristici, risultando un unicum impensabile almeno nella teoria. E poi Celebrity Death Match, in cui il poliedrico artista canadese Kid Koala mette in mostra tutto ciò di cui è capace.

Ma l’episodio che non t’aspetti è sicuramente Sucker, un titolo che è tutto un programma, ancor più se la voce femminile è quella di Norah Jones, che mette qui da parte la sua immagine casta e pura per immergersi in una prestazione vocale ai limiti del pornografico, per contenuti ed interpretazione che ne viene data.

Anche in questo è riuscito Mike Patton, il più grande burattinaio dei nostri tempi, che ha dimostrato ancora una volta come la sua ispirazione artistica sia pressoché illimitata.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]