Palermo, sfida in famiglia in vista della Coppa Ingresso gratis per chi si vaccinerà allo stadio

Prove generali in vista dei primi impegni ufficiali della stagione. Con la prua orientata verso la gara di Coppa Italia con il Picerno in programma sabato prossimo al Barbera alle ore 17,30 e in occasione della quale è previsto l’ingresso gratuito per chi mercoledì e giovedì si vaccinerà in un’apposita postazione nel piazzale antistante l’impianto di viale del Fante, i rosanero hanno scaldato i motori disputando allo stadio una sfida in famiglia. Un test aperto al pubblico («Rivedere i tifosi del Palermo allo stadio, anche se in numero limitato e per un semplice allenamento, è un’emozione grandissima» – aveva sottolineato in relazione alla seduta a porte aperte dello scorso 5 agosto il presidente Mirri che a proposito di fronte societario sarà chiamato dall’ex socio di minoranza Di Piazza in tribunale alla luce del mancato accordo tra le parti in merito alla quota che spetta all’imprenditore italo-americano in seguito al recesso avvenuto nei mesi scorsi), riservato esclusivamente agli abbonati della stagione 2019/20 e al quale hanno assistito circa mille spettatori muniti di green pass.

Si sono sfidate due formazioni, una rosa e una con maglia nera, e per la cronaca si sono imposti i primi con il punteggio di 2-0 in virtù dei gol realizzati nel primo tempo dal centrocampista Odjer, abile al 16’ a superare Pelagotti con un potente tiro di destro da fuori area, e al 35’ dal neo-acquisto Brunori con un rasoterra di sinistro da posizione defilata. La prova fornita dall’attaccante proveniente dalla Juventus Under 23, pienamente recuperato dopo una contusione alla tibia destra rimediata nel corso dell’allenamento di mercoledì scorso, è stata una delle note liete di una giornata da cui il tecnico Filippi ha potuto trarre diverse indicazioni positive. Pollice in su, ad esempio, anche per il centrale difensivo Lancini (puntuale in ogni intervento l’ex Brescia schierato assieme a Peretti e Buttaro mentre il trio difensivo della formazione avversaria era composto da Marong, fresco di rinnovo contrattuale fino al 2024, Somma e Marconi), per l’attaccante Soleri (in crescita rispetto alle ultime apparizioni), per un ispirato Silipo e anche per Floriano, schierato nel ruolo di trequartista a supporto del tandem formato dal baby Corona e Brunori e assist-man in occasione di entrambe le reti.

E proprio la posizione del jolly offensivo ex Bari ha introdotto una novità tattica interessante in vista dei prossimi appuntamenti: una delle due squadre è stata disegnata con il 3-4-1-2, valida alternativa al collaudato 3-4-2-1 e soluzione che potrebbe tornare utile più di una volta nel corso della stagione. «Stiamo lavorando anche su questo modulo, possiamo farlo senza tralasciare comunque il sistema con i due trequartisti – ha spiegato Filippi – è stato un ottimo allenamento, mi è piaciuta l’intensità mostrata dalla squadra che finora, da quando è iniziato il ritiro, ha lavorato sempre con grande applicazione rimanendo costantemente sul pezzo».
A prescindere dal mancato impiego del difensore Crivello, fuori dai programmi del tecnico, sono tre i rosanero rimasti ai box: il difensore Accardi, alle prese con un infortunio al polpaccio, l’esterno Valente (avviato verso il recupero dopo il trauma contusivo ad un piede rimediato durante il ritiro) e il neo-acquisto Dall’Oglio. L’ormai ex centrocampista del Catania, che nel piano d’azione delineato dalla dirigenza rosanero con ogni probabilità sarà inquadrato come alter ego di Kanouté ceduto a titolo definitivo all’Avellino, ha rimediato un piccolo taglio all’altezza del sopracciglio sinistro in occasione del suo primo allenamento con i nuovi compagni ma in questi giorni tornerà in gruppo a pieno regime.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]