Nuova frontiera di MEDIALAB

Presentata ieri 26 ottobre presso l’Auditorium dei benedettini la nuova edizione dei Medialab/lingue 2004-2005 dal professore Luciano Granozzi. Laboratori, esperienze e attività professionali saranno l’anima del Medialab. “Altre attività dalla normale didattica professata – le ha definite il docente di storia contemporanea – altre, affinché siano momento di apertura al mondo esterno”.

I temi portanti dell’inedito programma saranno in particolare “Informazione e democrazia” e “I mestieri del cinema” e per l’occasione a raccontare di come si faccia il mestiere del cinema Luigi Lo Cascio, attore italiano del film “I cento passi” e gradito ospite della facoltà data la grande affluenza di pubblico e le grandi ovazioni ricevute.
Il “mestiere” d’attore, il ruolo della finzione e il trasformismo del personaggio sono alcuni dei punti della lunga orazione tenuta, al termine della quale il nostro “insegnante” Lo Cascio spiega che “l’attore non è che un uomo che fa esperimenti sull’uomo”.

Ed è l’esperimento ad essere l’approccio diretto dell’alunno alla nuova frontiera di questi new lab. Sperimentare ed utilizzare le conoscenze e gli strumenti per la fruizione dei nuovi media che utilizzano sempre più supporti digitali. Subito l’esigenza di creare corsi quali “Come si crea un sito web”(diretto da F. Grasso), “Il giornale on line”(G. Reale), “Editoria multimediale”(S. Torre), “Alfabetizzazione informatica”(M. Scurria). Sguardo ad internet e prsino all’universo musica-parola e cinema-teatro: sorgono corsi di “Muscia e comunicazione: il mito tra le note”(A. Abbadessa), “Musica etnica: reinventare la tradizione”(L. Recupero),”Words and Music”(I. Halliday) e di “Creazione teatrale”(G. Palombo), “Cinema, musical e letteratura”(G. Persico), “Dal testo alla scena: un libro che diventa teatro”(I. Rigliaco), “Come realizzare un cortometraggio”(S. Giardina), “Fra giallo e noir: 8 film e 2 workshop”(R. Lizzio e S. Marano), “Come realizzare un documentario”(L. Cutore).

Medialab è ancora grafica-immagine con “Atelier: grafica e fotografia”(E. Cumitini e F. Ruggirei), “Il reportage fotografico”(J. Hauf) e la novità “corso teorico-pratico di fumetto”(S. Fragalà, A. Pavone, M. Sgarlata).
Come di consueto ritornano i laboratori “L’agenzia di pubblicità: com’è fatta, come fa”(F. Spataro), “Lettura, analisi e interpretazione del territorio”(N. Famoso) e la rassegna di film in lingua originale (Learn by movies/5).
Ecco le novità: “Marketing & comunicazione politica”(F. Spataro) e “Il movimento femminista degli anni ’70: slogan, testi, immagini”(E. Baeri). Un viaggio socio-culturale che passi per il campo della politica analizzata, decodificata e criticata in maniera civile e non demagogica.

Si conclude per ultima, non certo per importanza, una sezione speciale dedicata al Giornalismo e new media. Oltre al già citato “Il giornale on line” si potranno frequentare lezioni su “Il giornale d’inchiesta”(G. Faillaci),”Il giornale sportivo”(F. Chisari), “Professione reporter: il reportage tra giornalismo e narrativa”(F. Gallina) o svolgere attività nell'”Osservatorio democrazia nei media”(M. Lombardo) e “La radio sul web”(G. Reale).

Opportunità tutte queste per gli studenti che vogliano approfondire il loro sapere e affacciarsi a mondi nuovi, “sperimentare” praticamente le varie professioni ed esprimere giudizi in modo che ognuno possa costruire in maniera guidata ed autonoma le proprie capacità abilitative e vocazionali.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento