Miss, mia cara miss

Cara Miriam, la tua vittoria non è certo passata inosservata tra i tuoi colleghi universitari, tanto che nei forum studenteschi numerosi sono i commenti: c’è chi afferma di aver sostenuto insieme a te un esame, chi è rimasto colpito dalla tua semplicità e disponibilità, da classica ragazza della porta accanto. Possibile che tu non si riesca a trovarti un difetto?
Sapere queste cose mi fa molto piacere, perché sono fuori dal mondo in questo momento, per il resto rispondere a questa domanda è molto difficile. Magari ciò che hanno detto gli altri corrisponde sicuramente ad una parte di verità di quello che sono, perché è quello che arriva, che dà idea di chi sei. Comunque è vero che sono una persona molto semplice, molto divertita e un po’ divertente. Cerco di non prendermi troppo sul serio, e la maggior parte delle volte ci riesco.
 
Anche per questo non prendersi sul serio non eri intenzionata a partecipare a questo concorso, qualcuno dice che spesso ripetevi la frase “Figurati se vinco io”.
Sì infatti, fino alla sera della finale, mentre eravamo lì e via via passavamo da venti a dieci, da dieci a cinque a tre e poi due, io ero sempre incredula, non credevo a ciò che mi stava succedendo, che stesse succedendo veramente a me, e ridevo, ridevo divertita perché la situazione sembrava quasi surreale.
 
E adesso, dopo questa vittoria, che ne sarà dei tuoi studi? Tornerai ai Benedettini?
Per adesso è tutto da vedere. In questo momento non ho nemmeno il tempo di aprire la mia casella di posta elettronica. È chiaro che non abbandonerò gli studi, ma non potrò completarli né domani né dopodomani, perché gli impegni adesso non lo permettono.
 
Uno di questi impegni è sicuramente la borsa di studio che ti porterà a New York o Los Angeles, questo sarai tu ha deciderlo, per un corso agli Actors’ Studios. Forse questa vittoria è ancora più importante del titolo di Miss Italia. Tu come l’hai vissuta?
L’emozione era tantissima, anche perché ero stata eliminata e poi ripescata, e quando mi hanno messo la fascia di Miss Cinema ero felicissima. Mi dicevo “Fantastico, stupendo, vado a Los Angeles”. Poi è arrivato il titolo di Miss Italia, che ovviamente ha la sua magia, perché si resta Miss per tutta la vita. Anzi ringrazio la signora Mirigliani per avermi dato la possibilità di usufruire comunque della borsa di studio. Più di così non posso chiedere.
 
Adesso quali sono i tuoi obiettivi futuri?
Io vivo sempre alla giornata, e a maggior ragione adesso che non ho una dimora fissa, cercherò di prendere il meglio in larghezza, in profondità, nel quotidiano e nell’oggi.
 
Tanti impegni… Ma quando torni in Sicilia a fare festa con i tuoi amici e la tua famiglia?
Domenica sarò ad Acireale, ci sarà una grande festa, e prego tutti di accorrere numerosi perché sarà l’unica possibilità di vedervi. Anche i miei genitori potranno vedermi, certo dovranno farsene una ragione se mi vedranno poco nei prossimi mesi.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Mai come quest’anno il concorso per la più bella d’Italia ha parlato siculo, di più: catanese; infatti entrambe le finaliste sono della provincia etnea. Nonostante gli impegni, che la costringono a far colazione in taxi e a pranzare sui treni, abbiamo raggiunto (purtroppo solo) telefonicamente la vincitrice Miriam Leone per due chiacchiere tra colleghi Ascolta l'intervista a Miss Italia su Radio Zammù

Mai come quest’anno il concorso per la più bella d’Italia ha parlato siculo, di più: catanese; infatti entrambe le finaliste sono della provincia etnea. Nonostante gli impegni, che la costringono a far colazione in taxi e a pranzare sui treni, abbiamo raggiunto (purtroppo solo) telefonicamente la vincitrice Miriam Leone per due chiacchiere tra colleghi Ascolta l'intervista a Miss Italia su Radio Zammù

Mai come quest’anno il concorso per la più bella d’Italia ha parlato siculo, di più: catanese; infatti entrambe le finaliste sono della provincia etnea. Nonostante gli impegni, che la costringono a far colazione in taxi e a pranzare sui treni, abbiamo raggiunto (purtroppo solo) telefonicamente la vincitrice Miriam Leone per due chiacchiere tra colleghi Ascolta l'intervista a Miss Italia su Radio Zammù

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]