Lampedusa, spiaggia dei Conigli diventa a numero chiuso «Più tutela dei luoghi e migliore fruizione per i bagnanti»

A partire dal prossimo 15 luglio, l’accesso alla spiaggia dei Conigli di Lampedusa sarà consentito esclusivamente in numero limitato e dietro prenotazione obbligatoria gratuita. Il servizio è promosso dalla Riserva naturale Isola di Lampedusa gestita da Legambiente Sicilia per contingentare il numero di presenze, tutelare lo straordinario e vulnerabile ambiente costiero e garantire un’esperienza di fruizione più consapevole, rispettosa e sostenibile

La scelta si è resa necessaria in conseguenza di alcune ordinanze emanate dalle autorità con cui è stato vietato l’accesso in vaste aree della spiaggia classificate a pericolosità idrogeologica e della riduzione dell’ampiezza dell’arenile: al momento c’è un grave sovraffollamento. Il contingentamento del numero dei visitatori consentirà, quindi, ai turisti di vivere un’esperienza migliore e garantirà una maggiore tutela dei luoghi, come peraltro già realizzato in Sicilia nelle spiagge della Riserva naturale di Vendicari (nel Siracusano) e in decine di spiagge della Sardegna e della Toscana.

Da oggi è attivo il sistema di prenotazione online collegandosi alla pagina web www.prenotazionespiaggiaconigli.it, accessibile anche da smartphone. Gli accessi saranno suddivisi in due distinte fasce orarie: 8.30-13.30 e 14.30-19.30, con la presenza massima di 300 persone a turno; non sarà necessaria la prenotazione per i minori di 6 anni e per i residenti nel comune di Lampedusa e Linosa (sino a un massimo di 25 persone per fascia oraria).


Dalla stessa categoria

Lascia un commento