Intervista a Roberto Bruno, terzino di buone speranze

I protagonisti dello sport sono sempre sulla ribalta. Naturalmente maggiore attenzione viene dedicata ai personaggi illustri. Capita più raramente che ci si interessi di coloro che aspirano a diventare tali. LinkSicilia, però, nella sua continua ricerca di notizie e personaggi “nuovi” ha intervistato un giovanissimo (18 anni a Maggio) terzino sinistro del Ragusa Calcio, Roberto Bruno, alla sua prima stagione in un campionato semi professionistico.

Quali sono i primi cambiamenti che hai notato passando dagli Allievi Regionali al campionato Eccellenza?

La differenza più grande che ho riscontrato sta negli allenamenti: ogni giorno infatti ci alleniamo con persone più grandi che magari hanno già giocato in categorie superiori, come la Lega Pro o addirittura la serie B, e quindi siamo sempre messi alla prova, non soltanto in partita.

Il modo di allenarsi è quindi molto differente?

Assolutamente sì, perché gli allenamenti sono più difficili ed intensi; inoltre alla base di tutto vi sono professionalità e serietà, cose che invece mancavano negli allenamenti delle juniores.

Durante le partita invece è cambiato qualcosa? Il rapporto con gli avversari è variato?

È molto diverso perché nel campionato juniores siamo tutti della stessa età, abbiamo gli stessi interessi e siamo quindi sullo stesso piano; qui invece troviamo persone che lavorano per mantenere la propria famiglia.

C’è quindi una differenza di obiettivi…

Sì, per la maggior parte dei miei compagni è un lavoro a tutti gli effetti. Mentre per me e per i miei coetanei è soltanto un “passatempo”, o almeno per ora. Diventerà un lavoro soltanto andando avanti nel tempo.

Differenze invece riscontrate dal punto di vista dirigenziale?

La società in cui mi trova è molto seria, il presidente Rimmaudo mi ha dato una grande opportunità ed è anche una persona molto seria. Possono sembrare frasi di circostanza ma non è così, anche perché mi tengo in contatto con alcuni amici che giocano in altre squadre e mi dicono che non tutti hanno una società solida alle spalle.

Tornando all’aspetto più “pratico”, se così lo si può definire, com’è stato il tuo inserimento nel gruppo?

Ho conosciuto persone fantastiche, e non solo dal punto di vista calcistico, persone mature che mi hanno senz’altro aiutato a capire come funziona il campionato e come comportarmi.

Hai trovato qualcuno che ti abbia aiutato in modo particolare?

Non faccio singoli nomi, ho trovato tante persone disposte ad aiutarmi perché hanno acquisito molta esperienza durante la loro carriera ed inoltre, nei momenti difficili, mi aiutano e mi incoraggiano a fare ancora meglio, e questo chiaramente mi fa crescere molto, anche e soprattutto dal punto di vista caratteriale.

A proposito del carattere, in campo hai trovato più o meno agonismo?

Entrambe le squadre danno sempre il massimo e questo provoca appunto molto agonismo; inoltre si lotta per un risultato molto importante che è la Serie D.

Come sono i tifosi?

C’è molta differenza, fino all’anno scorso trovavo persone del tutto familiari, come potevano essere i miei genitori o quelli dei miei compagni di squadra. Mentre adesso ci sono persone del tutto estranee a noi che pagano il biglietto per vedere la loro squadra del cuore giocare, e che quindi pretendono un determinato tipo di prestazione.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

I protagonisti dello sport sono sempre sulla ribalta. Naturalmente maggiore attenzione viene dedicata ai personaggi illustri. Capita più raramente che ci si interessi di coloro che aspirano a diventare tali. Linksicilia, però, nella sua continua ricerca di notizie e personaggi "nuovi" ha intervistato un giovanissimo (18 anni a maggio) terzino sinistro del ragusa calcio, roberto bruno, alla sua prima stagione in un campionato semi professionistico.

I protagonisti dello sport sono sempre sulla ribalta. Naturalmente maggiore attenzione viene dedicata ai personaggi illustri. Capita più raramente che ci si interessi di coloro che aspirano a diventare tali. Linksicilia, però, nella sua continua ricerca di notizie e personaggi "nuovi" ha intervistato un giovanissimo (18 anni a maggio) terzino sinistro del ragusa calcio, roberto bruno, alla sua prima stagione in un campionato semi professionistico.

I protagonisti dello sport sono sempre sulla ribalta. Naturalmente maggiore attenzione viene dedicata ai personaggi illustri. Capita più raramente che ci si interessi di coloro che aspirano a diventare tali. Linksicilia, però, nella sua continua ricerca di notizie e personaggi "nuovi" ha intervistato un giovanissimo (18 anni a maggio) terzino sinistro del ragusa calcio, roberto bruno, alla sua prima stagione in un campionato semi professionistico.

I protagonisti dello sport sono sempre sulla ribalta. Naturalmente maggiore attenzione viene dedicata ai personaggi illustri. Capita più raramente che ci si interessi di coloro che aspirano a diventare tali. Linksicilia, però, nella sua continua ricerca di notizie e personaggi "nuovi" ha intervistato un giovanissimo (18 anni a maggio) terzino sinistro del ragusa calcio, roberto bruno, alla sua prima stagione in un campionato semi professionistico.

I protagonisti dello sport sono sempre sulla ribalta. Naturalmente maggiore attenzione viene dedicata ai personaggi illustri. Capita più raramente che ci si interessi di coloro che aspirano a diventare tali. Linksicilia, però, nella sua continua ricerca di notizie e personaggi "nuovi" ha intervistato un giovanissimo (18 anni a maggio) terzino sinistro del ragusa calcio, roberto bruno, alla sua prima stagione in un campionato semi professionistico.

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]