Flazio.com l’azienda italiana premiata dal Financial Times che attrae talenti da tutto il mondo

È di base a Catania e ha recentemente aperto una sede anche a Milano, la prima piattaforma italiana no-code che sta rivoluzionando il modo in cui è possibile realizzare un sito web o un e-commerce. Si chiama Flazio.com ed è stata oggi premiata dal Financial Times, per essere una delle aziende italiane più in rapida crescita in Europa. Con l’obiettivo di rendere il digitale un mondo più accessibile e democratico, permettendo a tutti di avere un sito web senza conoscere alcun linguaggio di programmazione, Flazio si presenta come la soluzione perfetta per diffondere la cultura del no-code e ridurre drasticamente la piaga dell’analfabetismo digitale, trasformando i cittadini in quelli che Gartner ha definito come «citizen developer».

Flazio.com è una piattaforma no-code completa che consente di creare da zero un sito web professionale senza dover scrivere una sola riga di codice. Leader di mercato in Italia, con oltre un milione di siti, permette di gestire e creare siti web e siti e-commerce in modo semplice e intuitivo, a costi contenuti.L’intero processo di realizzazione richiede soltanto tre minuti e quattro semplici step: bastaregistrarsi gratuitamente su www.flazio.com. A questo punto, è possibilesceglieretra più di 1000 template gratuiti pensati per ogni business e personalizzare il sito internet (senza scrivere alcuna riga di codice). Infine, si sceglie un dominio.Completati questi passaggi, il sito web viene immediatamente messo online ed è già pienamente operativo.

Eletta azienda Leader della Crescita 2023 secondo Il Sole 24 Ore, Flazio.com è stata premiata anche dal Financial Times tra le società europee che hanno raggiunto il più alto tasso di crescita annuo composto dei ricavi tra il 2018 e il 2021, secondo la classifica internazionale Europe’s Fastest Growing Companies.Con un fatturato in costante crescita e protagonista di una forte espansione nei mercati internazionali, Flazio.com conta oggi un team multidisciplinare e internazionale di oltre 30 talenti del digitale, composto da ingegneri informatici, programmatori, designer, copywriter e creativi ed è considerato oggi uno dei Best Place to Work del Sud Italia. Merito della flessibilità lavorativa, cioè la possibilità per i collaboratori di potere svolgere le proprie attività senza alcun sistema di timbratura e anche in smart working e remote working, quindi lavorando da casa o da qualsiasi altra parte del mondo. Per Flazio.com è importante anche un welfare aziendale a supporto della genitorialità tramite un sistema di sostegno per tutti i collaboratori con figli.

Una cultura aziendale diffusa e condivisa, che garantisce il giusto equilibrio tra lavoro e tempo libero, e un piano di incentivi sfidante e gratificante, con premi di produzione pensati in un sistema di incentivi illimitato al raggiungimento di obiettivi definiti. A fare di Flazio.com un modello di successo che attrae nuovi talenti sono anche i percorsi di career management, ovvero la possibilità di crescita professionale con percorsi di condivisione e affiancamento con figure senior, ed eventi di team building con iniziative a sostegno della squadra per creare un clima di condivisione positivo e appagante. Partendo da questa base, Flazio.com punta ad accelerare il processo di trasformazione digitale delle imprese italiane e a un piano di espansione verso nuovi mercati internazionali. Per rendere concreto il progetto, l’azienda è costantemente alla ricerca di nuovi talenti: c’è, infatti, in campo un importante piano di assunzioni previsto per il 2023 e consultabile direttamente dal sito https://www.flazio.com/it/lavora-con-noi.


Dalla stessa categoria

I più letti

Se c’è una cosa che non si può comprare, è il tempo. Lo sanno bene gli imprenditori, spesso alle prese con la burocrazia e la risoluzione dei problemi, che lasciano poco spazio allo sviluppo delle proprie attività. Una di queste preoccupazioni, però, ha una soluzione facile: si tratta della flotta auto aziendali, gestibile risparmiando tempo […]

«In natura non esistono i rifiuti, ogni elemento si inserisce nel ciclo del biosistema, mantiene il valore il più a lungo possibile e si trasforma in nuova risorsa, innescando un circolo virtuoso». Ancora possibile anche in una società del consumo, andando Al cuore delle cose. Prende spunto – e pure il nome – da questo […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Sid Vicious ha ammazzato la sua compagna Nancy (non andò a processo perché morì di overdose). Bill Cosby sta facendo collezione di denunce per violenza sessuale. A Harvey Weinstein sappiamo tutti com’è finita. C’hanno fatto anche un movimento, il #metoo, per sensibilizzare alla violenza di genere tra i vipponi. Ma al governo italiano piacciono soltanto […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Non siamo una città. Siamo un incubo. Uno di quelli realistici, ma talmente esagerati che non possono essere veri. E, prima o poi, infatti, ci si sveglia. È però una lunga notte quella che stiamo vivendo da cittadini: catanesi oggi, palermitani appena un anno fa, siciliani tutti. Un sonno profondo che si rinnova a ogni […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]