È morto il poeta catanese Manlio Sgalambro Dalla filosofia alle canzoni con Battiato

Si è spento a Catania, dove aveva sempre vissuto, il poeta, filosofo e scrittore Manlio Sgalambro. Aveva 89 anni, una vita dedicata alla filosofia e, nell’ultima parte della sua vita, alle canzoni, di cui ha scritto molti testi, soprattutto per l’amico Franco Battiato. «E’ un dolore immenso, molto forte», ha commentato il cantautore appresa la notizia. Sagalambro era nato a Lentini nel 1924. Non si era mai laureato, ma la sua opera, di orientamento nichilista e influenzata dal pensiero di Friedrich Nietzsche, raggiunge la notorietà dopo la pubblicazione, nel 1982, de La morte del sole. In totale ha pubblicato una trentina di libri, fra i quali Trattato dell’empietà, Del pensare breve, Dell’indifferenza in materia di società, La consolazione, Trattato dell’età, De mundo pessimo, La conoscenza del peggio e Del delittoNel 2013 arriva l’ultimo suo lavoro: Variazioni e capricci morali

«Per ogni isola vale la metafora della nave: incombe il naufragio. La volontà di sparire è l’essenza esoterica della Sicilia. La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico, solo nel momento felice dell’arte quest’isola è vera». Così nella poesia Teoria della Sicilia, ha espresso il suo sentimento sull’isola che non ha mai abbandonato.

http://youtu.be/gXR0CEsjoLc

Nella parte finale della sua vita è entrata la canzone. Grazie all’incontro con Battiato, nel 1993, per il quale ha scritto i testi di molti album: L’ombrello e la macchina da cucire, L’imboscata, Gommalacca, Ferro battuto, Dieci stratagemmi, Il vuoto, e il recente  Apriti sesamo. Fu il paroliere anche di altri cantanti famosi, come Patty Pravo, Adriano Celentano, Alice e Carmen Consoli. Nel 2001 arrivò anche a pubblicare un album con la sua voce: Fun club.

«E’ morto uno dei più grandi intellettuali della Sicilia, che amava l’isola – commenta Pippo Baudo – A lui piaceva molto cantare, ma era stonato: la sua canzone preferiva era La vie en rose. Ci mancherà». «Il suo sodalizio con Franco Battiato – ricorda il sindaco di Catania Enzo Bianco – ci ha donato, per quasi vent’anni, geniali intuizioni e indimenticabili canzoni e opere. Noi Catanesi, suoi concittadini, dobbiamo dimostrare grande compostezza in questo momento. Non a caso Sgalambro nel libretto dell’opera Il Cavaliere dell’Intelletto, scrive che “Il nascere e il morire sono i due momenti unicamente reali”».

I funerali si svolgeranno domani alle 15.30 nella chiesa Crocifisso dei miracoli di Catania.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Si è spento a Catania, dove aveva sempre vissuto, all'età di 89 anni. Originario di Lentini, è stato poeta, filosofo e scrittore. La sua opera, influenzata dal nichilismo, raggiunse la notorietà negli anni '80. Nell'ultimo periodo della sua vita l'incontro con Franco Battiato e la contaminazione con la canzone. Per lui scrisse i testi di molti album. Fino a produrne uno da solo: Fun club. Collaborò anche con Celentano e Carmen Consoli. «La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico, solo nel momento felice dell'arte quest'isola è vera», diceva

Si è spento a Catania, dove aveva sempre vissuto, all'età di 89 anni. Originario di Lentini, è stato poeta, filosofo e scrittore. La sua opera, influenzata dal nichilismo, raggiunse la notorietà negli anni '80. Nell'ultimo periodo della sua vita l'incontro con Franco Battiato e la contaminazione con la canzone. Per lui scrisse i testi di molti album. Fino a produrne uno da solo: Fun club. Collaborò anche con Celentano e Carmen Consoli. «La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico, solo nel momento felice dell'arte quest'isola è vera», diceva

Si è spento a Catania, dove aveva sempre vissuto, all'età di 89 anni. Originario di Lentini, è stato poeta, filosofo e scrittore. La sua opera, influenzata dal nichilismo, raggiunse la notorietà negli anni '80. Nell'ultimo periodo della sua vita l'incontro con Franco Battiato e la contaminazione con la canzone. Per lui scrisse i testi di molti album. Fino a produrne uno da solo: Fun club. Collaborò anche con Celentano e Carmen Consoli. «La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico, solo nel momento felice dell'arte quest'isola è vera», diceva

Si è spento a Catania, dove aveva sempre vissuto, all'età di 89 anni. Originario di Lentini, è stato poeta, filosofo e scrittore. La sua opera, influenzata dal nichilismo, raggiunse la notorietà negli anni '80. Nell'ultimo periodo della sua vita l'incontro con Franco Battiato e la contaminazione con la canzone. Per lui scrisse i testi di molti album. Fino a produrne uno da solo: Fun club. Collaborò anche con Celentano e Carmen Consoli. «La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico, solo nel momento felice dell'arte quest'isola è vera», diceva

Si è spento a Catania, dove aveva sempre vissuto, all'età di 89 anni. Originario di Lentini, è stato poeta, filosofo e scrittore. La sua opera, influenzata dal nichilismo, raggiunse la notorietà negli anni '80. Nell'ultimo periodo della sua vita l'incontro con Franco Battiato e la contaminazione con la canzone. Per lui scrisse i testi di molti album. Fino a produrne uno da solo: Fun club. Collaborò anche con Celentano e Carmen Consoli. «La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico, solo nel momento felice dell'arte quest'isola è vera», diceva

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]