Corleone, continuano le ricerche del medico disperso In volo 2 elicotteri, in campo anche il soccorso alpino

Continuano senza sosta le ricerche del medico di Corleone, Giuseppe Liotta, di 44 anni, disperso dalla sera di sabato tra le campagne di Ficuzza e Corleone mentre stava cercando di raggiungere l’ ospedale dei Bianchi per dare il cambio a una collega. «Sono pronti due elicotteri dei carabinieri ad alzarsi in volo – fanno sapere dal comando di Palermo – che sorvoleranno per l’intera giornata Corleone, contrada Scalilli e dintorni a sostegno dei reparti di terra».

Le ricerche sia degli uomini dell’Arma che dei reparti dei vigili de fuoco vanno avanti da giorni. Finora gli unici elementi ritrovati dalla macchina dei soccorsi sono stati un giubbotto, dei jeans e una cinta, oltre al Suv sul quale viaggiava, un Tiguan bianco, abbandonato in contrada Scalilli. Le ultime sue notizie risalgono alla chiamata effettuata alla moglie, anche lei medico, intorno alle ore 19,30 di sabato dove le avrebbe chiesto di attivare il Gps per localizzare il cellulare, da quel momento è calato il silenzio. II carabinieri sono riusciti a individuare subito l’area attraverso il segnale del cellulare che probabilmente con il passare dei giorni si è spento ma che ha permesso alle forze schierate di agire in una porzione ben delimitata. I carabinieri di Corleone hanno continuato a scavare e cercare insieme ai vigili del fuoco.

«Abbiamo una sala operativa volante, una squadra di terrà di Corleone – raccontano dalla Sala operativa – poi reparti Tas (Servizio di Topografia applicata a sostegno delle ricerche geografiche) e uomini specializzati nelle ricerche fluviali. Non ci siamo fermati un attimo, andiamo avanti da giorni ormai stiamo cercando in ogni punto con ogni mezzo». Intanto sono arrivati anche gli uomini del soccorso alpino, segno che non viene tralasciato nulla, ma tutte le forze sono in campo.

Impegnate quindi nelle ricerche anche due squadre in azione da stamattina nelle Gole Molino Drago, nel Corleonese. I tecnici della stazione Palermo-Madonie, impegnati da domenica nelle zone tra Ficuzza e Corleone, sono stati affiancati prima dai colleghi delle stazioni dell’Etna e oggi dalla squadra forre regionale che ha la sede operativa ad Acireale.  Otto specialisti del Cnsas, attrezzati con speciali mute e imbracature, si sono calati nelle gole del torrente Frattina divisi in due squadre (una a monte, partendo dal ponte della ferrovia, l’altra a valle alla confluenza con il fiume Belice) ispezionando palmo a palmo cascate, strettoie e marmitte alla ricerca di tracce utilizzando anche speciali sonde simili a quelle usate in caso di valanghe. A supportarli dagli argini del torrente ci sono altri 9 tecnici. Nei giorni scorsi a valle delle gole erano già stati trovati brandelli di abiti riconosciuti dai familiari del medico disperso. 


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]