Strage di Altavilla, i due complici fanatici religiosi tra la fissazione per il demonio e i miracoli dimagranti

Cinquantenne campano disoccupato lui; 42enne palermitana dedita alla vendita online di prodotti alimentari e cosmetici lei. Massimo Carandente e Sabrina Fina sono i due fanatici religiosi accusati di avere istigato Giovanni Barreca a uccidere la moglie e due dei tre figli «per liberare dal demonio» la loro casa ad Altavilla Milicia (in provincia di Palermo) e di essere stati suoi complici anche nel compimento del triplice omicidio. Secondo quanto è stato ricostruito finora nel corso delle indagini, la coppia avrebbe conosciuto l’imbianchino durante degli incontri di preghiera in una chiesa evangelica locale, da cui poi tutti si erano allontanati. Sui loro profili social, proprio come nel caso di Barreca – che sarebbe stato anche un seguace del sedicente pastore guaritore Roberto Amatulli – è subito evidente l’ossessione per la religione che avrebbe fatto da sfondo alla strage familiare.

«Gesù è il mio Salvatore, non la mia religione». Recita così la frase scelta da Massimo Carandente come immagine del profilo su Facebook. Senza fornire di sé ulteriori informazioni. Un profilo tutto dedicato al fanatismo religioso con frasi dei versetti della Bibbia scritte su immagini sempre a tema, spesso accompagnate dai Buongiornissimo cari ai boomer online: «La preghiera è la medicina più efficace contro le malattie»; «Quando il popolo di Dio prega, il diavolo trema» oppure «Il Dio della pace stritolerà presto satana sotto i vostri piedi». Sono alcuni tra i post di maggiore successo tra quelli pubblicati sul social network dal 50enne: una pioggia di interazioni, tra like e commenti, dagli oltre quattromila fan. Nell’immagine a corredo ci sono due piedi feriti, su un polpaccio c’è un serpente arrotolato ma con la testa schiacciata.

L’ultimo post pubblicato sul suo profilo da Carandente è del pomeriggio del 2 febbraio: una serie di versetti della Bibbia conditi con emoji e punti esclamativi. «Non dubitate mai del potere di Dio: se ha trasformato l’acqua in vino, può trasformare la tua vita in benedizione e vittoria». Tra i pochissimi contenuti non religiosi, nel profilo di Carandente, c’è la condivisione di un link dell’associazione Generazione famiglia contro uno spettacolo teatrale portato in diverse scuole d’Italia davanti a migliaia di studenti: con «l’intento dichiarato – secondo l’associazione – di mettere in crisi la loro identità sessuale e la loro stabilità psicoaffettiva. Ancora una volta, sulla base della maledetta ideologia gender».

A trovare spazio è anche la condivisione di alcuni dei post pubblicati dalla moglie, Sabrina Fina. Che sui social si presenta con il nome di Sabrina L’AmorenonMinaccia Fina e lo stemma dell’aeronautica militare come immagine di copertina. Lei, che online ci lavora, nella sua pagina sponsorizza diversi prodotti. Anche questi in odor di miracolo non solo per l’anima ma anche per il corpo: dai mix di tè ad effetto dimagrante agli integratori che sarebbero un toccasana per trigliceridi e colesterolo. Ma anche bevande con poteri anti-infiammatori e infusi che promettono di disintossicare il colon, bruciare i grassi sull’addome e garantire pure una buona circolazione sanguigna. Tra un post di lavoro e l’altro, anche sul suo profilo fanno capolino i contenuti religiosi, spesso ricondivisi dalla pagina del marito.


Dalla stessa categoria

I più letti

Cinquantenne campano disoccupato lui; 42enne palermitana dedita alla vendita online di prodotti alimentari e cosmetici lei. Massimo Carandente e Sabrina Fina sono i due fanatici religiosi accusati di avere istigato Giovanni Barreca a uccidere la moglie e due dei tre figli «per liberare dal demonio» la loro casa ad Altavilla Milicia (in provincia di Palermo) […]

Cinquantenne campano disoccupato lui; 42enne palermitana dedita alla vendita online di prodotti alimentari e cosmetici lei. Massimo Carandente e Sabrina Fina sono i due fanatici religiosi accusati di avere istigato Giovanni Barreca a uccidere la moglie e due dei tre figli «per liberare dal demonio» la loro casa ad Altavilla Milicia (in provincia di Palermo) […]

Il noleggio a lungo termine conviene. Lo sanno le aziende e i liberi professionisti e, ormai, si tratta di una scelta sempre più condivisa anche dai privati. A volte, però, a frenarci può essere il dubbio di non trovare l’auto giusta per noi. Quella con le caratteristiche necessarie a renderci la vita più facile e […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]