Compleanno dell’imprenditore giapponese a Palermo, il racconto della cantante lirica catanese invitata

Lusso e polemiche. Si potrebbe riassumere così la festa di compleanno organizzata dall’imprenditore giapponese miliardario Kaoru Nakajima a Palermo. Oltre 1.400 ospiti per cui ha affittato il teatro Massimo e il Politeama. Ed è qui che si è esibita la cantante lirica catanese Marianna Cappellani che ha svelato a MeridioNews alcuni dietro le quinte dell’evento più discusso nei salotti locali. E non solo. L’unico mistero che nessuno – nemmeno noi – è ancora riuscito a risolvere è: ma quanti anni ha fatto il fondatore della divisione giapponese di Amway? «No, questo nemmeno io sono in grado di dirvelo – risponde con ilarità l’artista etnea – perché non ho visto le candeline sulla torta». Un appuntamento che Kaoru Nakajima aveva dovuto rimandare – causa restrizioni per la pandemia da Covid-19 – quello con il capoluogo siciliano dove avrebbe voluto festeggiare i suoi 70 anni. Un rinvio di tre anni. Il che vorrebbe dire, dunque, che a Palermo abbia spento 73 candeline. Anche se la matematica non è un’opinione, entra in conflitto con le informazioni ufficiali secondo cui l’imprenditore sarebbe nato il 7 marzo 1952, quindi avrebbe festeggiato 71 anni.

Misteri geneatlici a parte, da grande appassionato di musica, Kaoru Nakajima ha affittato e riservato per se e per i propri ospiti i due teatri palermitani per quasi una settimana. «Io sono stata contatta un po’ di tempo prima dalla direzione artistica del Politeama – racconta Cappellani al nostro giornale – e sono stata invitata a esibirmi come artista proprio nel corso della serata della cena di compleanno». Finite le numerose portate anche a base di piatti tipici siciliani (dalle panelle alla caponata, dall’insalata di polpo al manzo al nero d’Avola fino ad arrivare ai cannoli di ricotta), è stato il momento dell’arte preferita dall’imprenditore giapponese. «C’era un’organizzazione blindatissima e impeccabile – sottolinea la cantante lirica catanese – Siamo stati nei camerini ad attendere che finissero la cena per un paio di ore, ma avevamo degli orari ben precisi che sono stati rispettati per entrare nella sala ed esibirci». Tanto che al festeggiato non ci sarebbe stato modo nemmeno di fare gli auguri.

Cappellani ha cantato Un bel dì vedremo dalla Madame Butterfly di Puccini e Tacea la notte placida da Il trovatore di Verdi, alternando con il tenore sardo Francesco Congiu che si è esibito in La donna è mobile dal Rigoletto di Verdi e poi nella canzone Con te partirò. Entrambi sono stati accompagnati dall’orchestra sinfonica siciliana e diretti dal maestro Aram Khacheh. «L’impatto dell’ingresso in quella sala elegantissima è stato molto emozionante – racconta Cappellani – E il pubblico ci ha subito dimostrato grande attenzione, partecipazione e rispetto. Particolare entusiasmo – aggiunge – ha suscitato il brano della Madame Butterfly, probabilmente perché è ambientata in Giappone. Così, hanno iniziato ad applaudire già proprio all’inizio dell’aria». Nel mondo della lirica da quasi 25 anni, per l’artista catanese «è stato strano ritrovarsi immersa in uno degli eventi di cui più si è discusso nell’ultimo periodo. Voglio lasciare ad altri le polemiche – conclude Cappellani – e dire solo che è stato un bel compleanno per lui e una bella emozione per noi».


Dalla stessa categoria

I più letti

Lusso e polemiche. Si potrebbe riassumere così la festa di compleanno organizzata dall’imprenditore giapponese miliardario Kaoru Nakajima a Palermo. Oltre 1.400 ospiti per cui ha affittato il teatro Massimo e il Politeama. Ed è qui che si è esibita la cantante lirica catanese Marianna Cappellani che ha svelato a MeridioNews alcuni dietro le quinte dell’evento […]

Lusso e polemiche. Si potrebbe riassumere così la festa di compleanno organizzata dall’imprenditore giapponese miliardario Kaoru Nakajima a Palermo. Oltre 1.400 ospiti per cui ha affittato il teatro Massimo e il Politeama. Ed è qui che si è esibita la cantante lirica catanese Marianna Cappellani che ha svelato a MeridioNews alcuni dietro le quinte dell’evento […]

Lusso e polemiche. Si potrebbe riassumere così la festa di compleanno organizzata dall’imprenditore giapponese miliardario Kaoru Nakajima a Palermo. Oltre 1.400 ospiti per cui ha affittato il teatro Massimo e il Politeama. Ed è qui che si è esibita la cantante lirica catanese Marianna Cappellani che ha svelato a MeridioNews alcuni dietro le quinte dell’evento […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]