Caltagirone, 47enne accusato di tentato omicidio Coltellate all’addome. Riconosciuto dalla vittima

Emergono nuovi elementi sulle indagini riguardanti il tentato omicidio di un 39enne a Caltagirone, avvenuto una settimana fa all’albe in via San Pietro. I carabinieri hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a Mario Nicolosi, 47 anni, già rinchiuso in cella in seguito a un decreto di fermo scattato pochi giorni fa e ora convalidato.

L’uomo è stato riconosciuto in foto dalla vittima. Il 39enne ha raccontato di essere stato ferito all’addome da Nicolosi, poco dopo il rifiuto di un invito a prendere un caffè insieme. Nicolosi vive nelle vicinanze della casa in cui abita l’ex compagna del 39enne e, stando a quanto dichiarato da quest’ultimo agli inquirenti, nei mesi scorsi aveva cercato di entrare nell’appartamento della donna.

I carabinieri sono riusciti anche a trovare il coltello della lunghezza di 24 centimetri utilizzato per l’aggressione. L’arma era stata nascosta in un tombino a poca distanza dal luogo dell’aggressione. Per Nicolosi l’accusa è di tentato omicidio e porto d’armi o oggetti atti a offendere.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento