Calcio Catania, pagati stipendi arretrati ai calciatori Stasera etnei in campo nel match contro la Vibonese

Una boccata d’ossigeno nel giorno del ritorno in campo, che conferma il tentativo disperato di Sigi di salvare il Calcio Catania da una situazione sempre più precaria. Nel pomeriggio di oggi la proprietà del club etneo ha saldato sul filo di lana gli stipendi arretrati dei giocatori rossazzurri, che venti giorni fa avevano messo in mora la società proprio per il ritardo nel pagamento delle mensilità di agosto e settembre.

Una promessa mantenuta poche ore prima della scadenza dei termini previsti dall’azione attuata dai calciatori, che per qualche ora potranno così concentrarsi solo sulla partita contro la Vibonese, in programma stasera alle 20.30 allo stadio Angelo Massimino. Determinante l’intervento del fondo inglese interessato all’acquisto della società, alla quale ha corrisposto una sponsorizzazione di alcune centinaia di migliaia di euro in vista dell’eventuale apertura della trattativa per il passaggio di proprietà.

Un piccolo sospiro di sollievo in un momento sempre estremamente delicato, con l’ambiente che resta comunque col fiato sospeso in attesa della sentenza del tribunale sulla richiesta di sequestro conservativo nei confronti del Calcio Catania, per la vicenda del fallimento della società che gestiva Torre del Grifo.

Decisione che potrebbe arrivare entro la fine di questa settimana, dando magari una prima idea sull’indirizzo del tribunale in merito all’istanza di fallimento della società rossazzurra depositata dalla procura e in vista dell’udienza fissata per le 9.00 del 16 novembre. Intanto oggi la squadra allenata da Francesco Baldini giocherà regolarmente a porte aperte e con il supporto dei suoi tifosi, dopo la conferma dell’impegno della World Service per la gestione del servizio di sicurezza in occasione del match.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento