Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pedofilia, fermato presunto complice di Messina Denaro
«Abusi su minorenni in condizioni di inferiorità psichica»

Nel mirino dei carabinieri del Ros di Palermo è finito Vincenzo Spezia, 58 anni, di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. L'uomo, che era stato scarcerato nel 2019 dopo una lunga detenzione, è il figlio del padrino Nunzio Spezia

Redazione

I carabinieri del Ros di Palermo hanno arrestato uno dei presunti favoreggiatori della latitanza di Matteo Messina Denaro, con l'accusa di violenza sessuale. Si tratta di Vincenzo Spezia, 58enne di Campobello di Mazara (in provincia di Trapani) scarcerato nel 2019 dopo una lunga detenzione e figlio dello storico boss Nunzio Spezia, ormai deceduto. 

L'uomo è stato arrestato nel pomeriggio di ieri dai carabinieri e adesso si trova detenuto nel carcere di Trapani. I pm della Dda di Palermo che danno la caccia all'ultimo superlatitante di Cosa nostra hanno riconosciuto il pericolo di fuga e disposto il fermo d'urgenza che, nei prossimi giorni, dovrà essere convalidato dal tribunale di Marsala. Gli episodi per cui è stato arrestato Spezia si riferiscono a un periodo compreso tra l'aprile e il giugno del 2020 e riguardano due minori «in condizioni di inferiorità fisica e psichica» e un terzo in fase di identificazione

«Le numerosissime conversazioni intercettate - affermano gli investigatori - hanno rivelato in maniera inequivocabile come Spezia abbia abusato e approfittato delle giovanissimi vittime, della loro minore età, delle loro fragilità, delle loro inesperienze, per assecondare i propri impulsi e desideri sessuali nonché soddisfare ignobili perversioni».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×