Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Reddito cittadinanza, 33 denunce nel Messinese
I beneficiari erano sottoposti a misure cautelari

Le procure di Barcellona Pozzo di Gotto e Patti hanno coordinato due indagini parallele che si sono avvalse del lavoro dei carabinieri e dei militari del nucleo ispettorato del lavoro. Avviate le procedure per il recupero delle somme erogate

Redazione

Nuova indagine sui furbetti del reddito di cittadinanza. Stavolta l'area interessata è la parte nord della provincia di Messina. Sono 33 le persone ritenute responsabili di avere frodato lo Stato, ottenendo il sussidio economico senza averne i diritti. A compiere gli accertamenti sono stati i carabinieri del comando provinciale con l'ausilio dei colleghi del nucleo dell'ispettorato del lavoro. I controlli hanno riguardato l'area tirrenica della provincia peloritana e hanno coinvolto anche il personale dell'Inps

In totale ammonta a oltre 140mila euro la somma erogata a soggeti che non avrebbe dovuto poter accedere al reddito di cittadinanza. Per loro è scattata la denuncia e la revoca del sussidio, oltre che l'attivazione dell'iter che dovrebbe portare al recupero della somma incassata. Tra i beneficiari uomini e donne di età compresa tra i 21 e i 67 anni.

Le dichiarazioni fraudolente hanno riguardato la comunicazione di misure cautelari, ma anche l'avere omesso di dichiarare la percezione di altri tipi di sussidi da parte del Comune di residenza.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×