Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Mafia, chiesti 20 anni per l'ex Radicale Nicosia
I rapporti con i boss e la deputata di Italia Viva

La richiesta è stata fatta dai pm della Dda di Palermo Francesca Dessì e Geri Ferrara, nell'ambito del filone del processo Passepartout che si sta svolgendo con rito abbreviato

Redazione

Venti anni. Questa la richiesta di condanna fatta dai magistrati della Dda di Palermo nei confronti di Antonello Nicosia, il 49enne ex Radicali che è stato arrestato nell'inchiesta Passepartout, con la pesante accusa di avere sfruttato il proprio ruolo per entrare in contatto con boss mafiosi in carcere e fare da tramite con gli esponenti della criminalità in libertà. L'uomo è imputato nel processo che si sta celebrando con rito abbreviato. I magistrati Francesca Dessì e Geri Ferrara hanno fatto la stessa richiesta per Accursio Dimino, boss 62enne, arrestato dopo essere tornato libero. 

Per l'accusa il rapporto tra Dimino e Nicosia - nel cui passato c'è una condanna a oltre dieci anni per traffico di droga - sarebbe stato contraddistinto anche dalla pianificazione di un'attentato

Nella vicenda è stata coinvolta e rinviata a giudizio anche la deputata di Italia Viva Giuseppina Occhionero. Per lei l'accusa è di avere dichiarato il falso al momento delle ispezioni in carcere, sostenendo che Nicosia prestava una collaborazione professionale diretta, stabile e continuativa. Nel filone con l'abbreviato richieste di condanna anche per Luigi Ciaccio (due anni e quattro mesi) e Paolo Ciaccio (due anni e due mesi); entrambi sono accusati di favoreggiamento personale aggravato dall'avere agevolato i clan. Il 23 marzo toccherà alle difese.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×