Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Hotspot Messina, prefetta annulla ordinanza De Luca
Sindaco: «Va chiuso, se no siamo pisciatoio d'Europa»

Maria Carmela Librizzi ha cassato gli effetti del provvedimento che era stato preso nei giorni scorsi dal primo cittadino, dopo la notizia della fuga di alcuni migranti dalla struttura. «Passano dalle abitazioni private, famiglie vivono nel terrore», rilancia

Redazione

Annullata l'ordinanza di Cateno De Luca sulla dismissione dell'hotspot di Messina. Il provvedimento è stato preso dalla prefetta Maria Carmela Librizzi e arriva pochi giorni l'ennesima sfida lanciata dal sindaco peloritana al Viminale. Stavolta, dopo la querelle primaverile legata alle misure di contenimento per il Covid e alla necessità di controllare lo Stretto, la disputa tra De Luca e il ministero è nata sul centro di identificazione dei migranti, dopo che un gruppetto è riuscito a scappare. Il sindaco aveva ordinato la demolizione dell'area adibita nell'ex caserma Bisconte, sottolineando come la struttura sia abusiva

«Prendo atto dell'annullamento dell'ordinanza e ringrazio il prefetto per il bon ton istituzionale avendomi telefonicamente avvertito in anticipo della sua decisione. Inoltre mi ha anche invitato a un incontro in prefettura - ha dichiarato De Luca, che proprio nei confronti di Librizzi non era stato tenero nei mesi scorsi -. Sia chiaro, la posizione del sindaco e della città non cambia. L'hotspot va chiuso e non sta scritto da nessuna parte che va trovata un'alternativa sempre qui. Per una volta Messina non sia il pisciatoio d'Italia o dell'Europa». 

«Io devo tutelare l'ordine pubblico e la salute della comunità - ha aggiunto il primo cittadino -. Ci sono una ventina di migranti in giro, non si sa dove siano ancora e questa è stata la goccia che ha fatto traboccare tutto. È inutile ribadire che abbiamo centinaia di famiglie che vivono nel terrore perché purtroppo i migranti fuggono da questa struttura passando attraverso abitazioni private. Gli abitanti di Bisconte - ha concluso De Luca - hanno le scatole piene di questa situazione, come le ha il sindaco di Messina».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews